Parliamo di Omega vegetali 3,5,6,7,9 e perché fanno bene!

Il video che segue è la registrazione della diretta facebook nella quale ho riassunto quanto ho scritto nell'articolo che segue.

Probabilmente hai sentito molto parlare degli omega, andiamo quindi a capire cosa sono, dove trovarli e quali sono i benefici !

Prima di tutto perchè si chiamano essenziali?
Sono considerati essenziali perché l’organismo umano non è in grado di sintetizzarli in quantità sufficienti per soddisfare i suoi fabbisogni.

Puoi soddisfare i fabbisogni di Omega-3 facendo principalmente affidamento sull’alimentazione. Tuttavia, non tutte le fonti di Omega-3 apportano le loro forme biologicamente attive; inoltre in alcune condizioni particolari (come la gravidanza) soddisfare le richieste dell’organismo può essere particolarmente difficile. Fortunatamente, però, esistono integratori alimentari di ottima qualità coi quali puoi aiutarti a far fronte a situazioni di questo tipo.

I benefici che derivano dall’assunzione di Omega sono stati descritti per la prima volta negli anni ’70 da ricercatori che notarono come negli Eschimesi Inuit che vivevano in Groenlandia – una popolazione che assumeva dosi elevate di Omega-3 di origine marina – le membrane delle piastrine erano molto ricche di questi acidi grassi e il rischio di aterosclerosi era ridotto.

Gli esperti quindi attribuirono quest’ultimo effetto alle abitudini alimentari degli Inuit e all’impatto della loro dieta sui livelli di salute .

Studi successivi hanno approfondito ulteriormente i benefici degli Omega, svelando che una volta assunti , tutti i tessuti dell’organismo ne beneficiano!

Gli esperti infine hanno concluso che l’80% di tutti i cittadini (americani nello studio),presenta una carenza di acidi grassi essenziali. Alcuni segni e sintomi tipici, ma non esclusivi, di una loro carenza sono rappresentati da stanchezza, depressione, pelle, mucose e capelli secchi, unghie fragili, difficoltà a digerire, stitichezza e mancanza di capacità di resistenza. (ti rivedi in alcuni di questi?)

L’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) ha autorizzato l’utilizzo della dichiarazione nutrizionale secondo cui alcuni degli elementi all’interno degli omega aiutano a mantenere i livelli ematici di colesterolo nella norma. 

L’Efsa ha approvato le dichiarazioni nutrizionali secondo cui gli omega :

  • aiutano a mantenere nella norma la pressione del sangue e i livelli ematici di trigliceridi;
  • contribuiscono al buon funzionamento del cuore.

  • contribuisce al normale sviluppo del cervello e al suo buon funzionamento;
  • promuove il corretto sviluppo degli occhi, della vista nel primo anno di vita e della buona salute visiva.

Analizziamo gli omega singolarmente, dove si trovano e quali benefici offrono.

L’acido linoleico (o omega 6) è l’acido grasso dalla catena lunga più importante, presente soprattutto in tutti i tipi di semi, frutta secca e oli come quello di girasole.

Sia gli acidi grassi omega 6 sia gli omega 3 sono componenti strutturali delle membrane cellulari e sono utili per un’infinità di processi organici. Inoltre, sono una fonte importantissima di energia.

Gli acidi grassi omega 3, invece, si trovano nel pesce azzurro, nei molluschi, nei legumi, nell’ olio d’oliva, nelle noci o nelle mandorle

Ci sono anche importanti fonti vegetali di omega, come:

  • le micro alghe e l’olio di alghe
  • le noci
  • i semi di lino e olio di semi di lino
  • l’olio di colza
  • la soia e olio di soia
  • i semi di chia
  • le verdure a foglia verde.
  • olio di semi di Ribes

Le fonti più ricche che renderanno la vostra pelle incredibilmente giovane e le vostre unghie più belle si trovano nell’ olio di semi di Ribes .

Benefici degli omega 5

Gli omega-5, meno conosciuti, si trovano principalmente nell’olio di noce moscata. E se desideri ritrovare tono, donare un po’ di energia al tuo sistema digestivo, se hai bisogno di un antisettico o desideri un effetto afrodisiaco, allora metti gli occhi sugli omega-5. Pelle, sistema cardio-vascolare e sistema nervosi se ne rallegreranno!

Benefici degli omega 7

Gli omega-7 sono una fonte molto specifica, ma di una ricchezza straordinaria per la pelle secca, devitalizzata o screpolata. Questi omega così particolari facilitano il passaggio dell’acqua dagli strati più profondi della pelle verso gli strati superficiali. La loro singolarità risiede nel fatto che si trovino negli oli secchi, come l’olio di olivello spinoso o l’olio di noci di macadamia, eccezionali per le pelli mature, stanche, irritate, sensibili, secche, ma anche per le screpolature, le bruciature e la preparazione all’abbronzatura!

Benefici degli omega 9

Gli omega 9, invece, rientrano in una categoria di elementi che il nostro organismo è in grado di sintetizzare partendo da altri tipi di grassi. Questi grassi sono fondamentali perché hanno almeno tre funzioni molto importanti: servono per la creazione degli ormoni, producono energia e costituiscono le membrane cellulari.

Inoltre gli Omega ti aiutano a mantenere giovane il corpo, quindi presi tutti insieme sono un elisir della giovinezza, ottimi antiossidanti per l’organismo.

Puoi approfondire guardando la webinar del nostro Medico cardiologo, dottor Gerald Tulzer a questo link:

WEBINAR DEL DOTT. GERALD TULZER

È importante ricordarti che non si tratta solo di una moda in materia di alimentazione ma di benessere e qualità di vita.

Bibliografia

Adeyemi WJ, Olayaki LA. Effects of single or combined administration of salmon calcitonin and omega-3 fatty acids vs. diclofenac sodium in sodium monoiodoacetate-induced knee osteoarthritis in male Wistar rats. J Basic Clin Physiol Pharmacol. 2017 Nov 27;28(6):573-582

Averna MR et Al. Omega 3 e riduzione del rischio cardiovascolare. PPG Edizioni scientifiche, 2003

Baker EJ et Al. Metabolism and functional effects of plant-derived omega-3 fatty acids in humans. Prog Lipid Res. 2016 Oct;64:30-56. doi: 10.1016/j.plipres.2016.07.002. Epub 2016 Aug 3

Berbert AA et Al. Supplementation of fish oil in patients with rheumatoid arthritis. Nutrition. 2005 Feb;21(2):131-6

Bi X et Al. ω-3 polyunsaturated fatty acids ameliorate type 1 diabetes and autoimmunity. J Clin Invest. 2017 May 1;127(5):1757-1771

Bourre JM. Roles of unsaturated fatty acids (especially omega-3 fatty acids) in the brain at various ages and during ageing. J Nutr Health Aging. 2004;8(3):163-74

Burke MF1 et Al. Review of Cardiometabolic Effects of Prescription Omega-3 Fatty Acids. Curr Atheroscler Rep. 2017 Nov 7;19(12):60

Chilton FH et Al. Precision Nutrition and Omega-3 Polyunsaturated Fatty Acids: A Case for Personalized Supplementation Approaches for the Prevention and Management of Human Diseases. Nutrients. 2017 Oct 25;9(11)

Conklin SM et Al. Serum omega-3 fatty acids are associated with variation in mood, personality and behavior in hypercholesterolemic community volunteers. Psychiatry Res. 2007 Jul 30;152(1):1-10. Epub 2007 Mar 23

Drugs.com. Omega-3 Fatty Acid Capsules

EU Register of nutrition and health claims made on foods

Fontani G et Al. Cognitive and physiological effects of Omega-3 polyunsaturated fatty acid supplementation in healthy subjects. Eur J Clin Invest. 2005 Nov;35(11):691-9

Germano M et Al. Plasma, red blood cells phospholipids and clinical evaluation after long chain omega-3 supplementation in children with attention deficit hyperactivity disorder (ADHD). Nutr Neurosci. 2007 Feb-Apr;10(1-2):1-9

Gioxari A et Al. Intake of ω-3 polyunsaturated fatty acids in patients with rheumatoid arthritis: A systematic review and meta-analysis. Nutrition. 2018 Jan;45:114-124.e4

Grimble RF, Tappia PS. Modulation of pro-inflammatory cytokine biology by unsaturated fatty acids. Z Ernahrungswiss. 1998;37 Suppl 1:57-65

Harris WS. Achieving optimal n-3 fatty acid status: the vegetarian’s challenge… or not. Am J Clin Nutr. 2014 Jul;100 Suppl 1:449S-52S. doi: 10.3945/ajcn.113.071324. Epub 2014 Jun 4

Hartweg J et Al. Omega-3 polyunsaturated fatty acids (PUFA) for type 2 diabetes mellitus. Cochrane Database Syst Rev. 2008 Jan 23;(1):CD003205

Hussein N et Al. Long-chain conversion of [13C]linoleic acid and a-linolenic acid in response to marked changes in their dietary intake in men. J. Lipid. Res. 46: 269-280, 2005

IFOS – The international fish oil standards program

Jeppesen C et Al. Omega-3 and omega-6 fatty acids and type 2 diabetes. Curr Diab Rep. 2013 Apr;13(2):279-88

Johnson EJ et Al. The influence of supplemental lutein and docosahexaenoic acid on serum, lipoproteins, and macular pigmentation. Am J Clin Nutr. 2008 May;87(5):1521-9

Jung JY et Al. Effect of dietary supplementation with omega-3 fatty acid and gamma-linolenic acid on acne vulgaris: a randomised, double-blind, controlled trial. Acta Derm Venereol. 2014 Sep;94(5):521-5

Kim JH et Al. Conjugated Linoleic Acid: Potential Health Benefits as a Functional Food Ingredient. Annu Rev Food Sci Technol. 2016;7:221-44

Koba K, Yanagita T. Health benefits of conjugated linoleic acid (CLA). Obes Res Clin Pract. 2014 Nov-Dec;8(6):e525-32

Lauritzen L et Al. Maternal fish oil supplementation in lactation: effect on visual acuity and n-3 fatty acid content of infant erythrocytes. Lipids. 2004 Mar;39(3):195-206

MedlinePlus. Omega-3 fats: Good for your heart.

MedlinePlus. Omega-3 Fatty Acids

Miller PE et Al. Long-chain omega-3 fatty acids eicosapentaenoic acid and docosahexaenoic acid and blood pressure: a meta-analysis of randomized controlled trials. Am J Hypertens. 2014 Jul;27(7):885-96. doi: 10.1093/ajh/hpu024. Epub 2014 Mar 6

Neuringer M et Al. The role of n-3 fatty acids in visual and cognitive development: current evidence and methods of assessment. J Pediatr. 1994 Nov;125(5 Pt 2):S39-47

NIH. Omega-3 Fatty Acids

NIH. Omega-3 Supplements: In Depth

Pawlosky, R. J., et al . Physiological compartmental analysis of alpha-linolenic acid metabolism in adult humans. J. Lipid Res. 42(8):1257-1265, 2001

Poli A. Acidi grassi omega-3 e prevenzione cardiovascolare. Trends in Medicine vol 2 num 3, PPG Edizioni Scientifiche, 2002

Querques G, Souied EH. The role of omega-3 and micronutrients in age-related macular degeneration. Surv Ophthalmol. 2014 Sep-Oct;59(5):532-9

Report Scientifico: “Gli acidi grassi omega-3”. Nuova Edizione 2014. A cura di Zone Academy in collaborazione con Inflammation Research Foundation di Boston.

Saldeen P, Saldeen T. Women and omega-3 Fatty acids. Obstet Gynecol Surv. 2004 Oct;59(10):722-30; quiz 745-6

SINU. Tabelle LARN 2014

University of Colorado – Colorado Springs. Omega-3, 6, and 9 and How They Add Up

Zhang M et Al. Fish and marine omega-3 polyunsatured Fatty Acid consumption and incidence of type 2 diabetes: a systematic review and meta-analysis. Int J Endocrinol. 2013;2013:501015

Frutta e verdura di Novembre, ecco quali!

La varieta di frutta e verdura che Novembre ci offre e’ davvero deliziosa!

I suoi sapori, colori e profumi aiutano a ricaricarci per affrontare il cambio di stagione e l’iverno in arrivo..

Ecco quindi le TOP verdure!

uid_riza_1470.650.340

CAVOLFIORE

Il cavolfiore se consumato 2-3 vote la settimana, ha un azione benefica sulla salute, ha un baso contenuto di calorie ed un forte potere saziante, e’ infatti consigliato anche nelle diete dimagranti. Ricco di potassio, calcio, fosforo, ferro, acido folico, vitamina C, contiene inoltre principi attivi antibatterici, antinfiammatori e antiossidanti!

Sono depurativi, rimineralizzanti e favoriscono la rigenerazione dei tessuti. Puoi consumarlo cotto, al vapore, oppure crudo, come un cous cous, frullando le cimette (trovi una gustosa ricettina qui)

uid_riza_746.650.340

CARCIOFO

Molto gustoso, poche calorie, e ricchi di fibre! Contiene anche  calcio, fosforo, magnesio, ferro e potassio. Sono diuretici, tonici e disintossicanti, grazie alla loro capacita’ di stimolare il fegato, calmare la tosse e purificare il sangue. Molto gustoso se mangiato cotto in padella, oppure le cimette piu’ piccole a crudo in carpaccio di olio e limone.

15528

SEDANO RAPA

Il suo odore pungente è dovuto agli olii essenziali che lo caratterizzano, e che lo rendono un ortaggio diuretico e depurativo.

Ricco di minerali e di vitamine, come ad esempio la A, B e C. Ha quindi proprieta’ rimineralizzanti, toniche, digestive, diuretiche e depurative! Molto buono al  vapore, condito semplicemente con olio evo e limone, oppure gratuggiato a crudo nell’insalata, molto interessante se fate delle bistecchine impanate con esso!

Altra verdura di novembre:

rabarbaro,patate novelle,barbabietole,cipolla, lattuga/indivia/valerianella, topinambur, cicoria, ravanelli, zucca, radicchio.

FRUTTA TOP DI NOVEMBRE

castagne_proprieta_benefici

CASTAGNE

Le castagne sono un alimento molto versatile e possono essere consumate in svariati modi: arrostite sul fuoco, bollite, cotte al forno e secche, non contengono glutine, quindi anche la stessa farina puo’ essere usata in caso di intolleranze.

Essendo molto digeribili, sono consigliate in caso di anemia ed inappetenza, e grazie alle fibre aiutano l’intestino. Ottime per il recupero dopo l’influenza, in caso di stanchezza cronica,in quanto ricche di vitamine e minerali. Aiutano infatti la digestione, calmano i nervi, rinforzano i muscoli. Ha anche proprietà antiossidanti  in quanto contiene vitamina C, che porta benefici anche alla pelle e al sistema immunitario.

cachi_1

CACHI

Come non menzionare questo straodinario frutto!! I cachi sono composti essenzialmente da acqua e zuccheri, a cui si aggiungono piccole quantità di proteine e di grassi. E’ il loro contenuto di zuccheri naturali a dare una sferzata di energia al nostro corpo quando ha bisogno di ricaricarsi.

Grazie alle sue proprietà lassative e diuretiche, contribuiscono a migliorare la regolarità intestinale. Le fibre sono utili anche per aiutare il nostro organismo a liberarsi dalle tossine, ottimo quindi pr la settimana detox. Stimolano la diuresi e reidratano l’organismo grazie alla loro ricchezza d’acqua. A colazione è il momento migliore per consumarli, con una spruzzata di arancio saranno ancora piu’ gradevoli e digeribili. Provalo anche in versione coccola frullato con datteri e una banana matura, sarà un budino super goloso!

Altra frutta di novembre:

mele,pere,carruba,uva,kiwi, fichi d’india,melograna.

Iniziare la giornata con una deliziosa macedonia, e per i piu’ golosi aggiungere un cucchiaino di miele, succo di limone e noci e semi vari, e’ un toccasana! Non solo per la fase detox, ma diventera’ un ottima buona abitudine!

Continua a seguirmi sulla pagina In forma con Marionn su Facebook! O per richiedere un consulto gratuito vai qui!

12039236_1501409763486267_8380774735455967731_n

Un  abbraccio!

Marianna

 

FRUTTA E VERDURA TOP DI OTTOBRE! (Consigli DETOX)

Benvenuto Ottobre!

Il freddo in questi giorni ci ha sorpreso..la voglia di stare a casa e iniziare a cambiare la nostra alimentazione è gia iniziata! Ecco quindi qualche consiglio per scegliere frutta e verdura di stagione!

ZUCCA

VERDURA

ZUCCA

Certamente la “Signora” di ottobre è proprio la zucca, da essa puo’ essere preparato dall’antipasto al dolce, utilizzandole ogni sua parte! Ricca di omega 3, vitamina A e C, contiene anche sali minerali quali calcio e sodio, ha proprietà diuretiche, rinfrescanti e perfetta all’interno del  nostro programma detox. Potete usare la polpa in zuppe, risotti, potete preparare un gustoso spezzatino veg, estrarne il prezioso succo, con straordinari benefici per l’intestino, oppure mangiare i semi, tostati o essicati!

Radiccio

RADICCHIO

In questo periodo si raccoglie il precoce, dal gusto piu’ dolce, favorisce la digestione ed il buon funzionamento dell’intestino, grazie al suo basso apporto calorico il radicchio è un alimento molto indicato anche per le diete ed i regimi alimentari controllati.

Lo possiamo utilizzare in svariati piatti, in insalata, alla griglia, come risottino , o semplicemente tagliato molto sottile con semi e noci. Ricco di calcio e ferro, aiuta a rafforzare le ossa, mangiarlo con un condimento al limone aiuta ad assimilare meglio questi preziosi minerali.

Il radicchio da benefici anche al sistema cardiovascolare, e benefici al sistema nervoso…contrasta infatti i disturbi legati all’insonnia, e grazie ai suoi antiossidanti rende anche la tua pelle piu’ bella!!

Altre verdure del mese:

  • Barbabietole Coste
  • Broccoli Cavolfiore
  • Insalata invidia lattuga rucola
  • Sedano
  • Spinaci Erbette
  • Carciofi Melanzane peperoni
  • Patate
  • Cavolo verza

FRUTTA

melograno-proprieta-640x390

MELOGRANO

Ricchissimo di vitamina C (contiene quasi il 20% del fabbisogno giornaliero in un adulto!!), ma anche vitamina K, il gruppo B, proteine, carboidrati e grassi! Contiene anche preziosi minerali che lo rendono un vero e proprio elisir di lunga vita!

Puoi rendere originali le tue insalate aggiungendo dei preziosi semi rossi, facendo un figurone a tavola, oppure estrarne un gustossissimo succo! Il melograno aiuta a migliorare la circolazione e a proteggere e migliorare la tua pelle!

cachi

CACHI

Frutto polposo e zuccherino viene raccolto quando il suo albero resta spoglio delle sue foglie. E’ un frutto molto energico, va benissimo per chi è sotto stress o inappetente, oppure per gli sportivi, contiene infatti zuccheri sempli che forniscono energia immediata! Provate a mangiuarlo assieme a del succo di arancia o limone, ne aiutera’ la digestione e assimilazione!

Ha proprieta’ diuretiche e lassative, e anche depurative per il fegato, e rafforza il sistema immunitario grazie alle sue preziose vitamine!

Essendo anche ricco di licopene aiuta per problemi alla prostata e i suoi antiossidanti rallentano l’invecchiamento cellulare..quindi anche dalla pelle..specialmente per chi soffre di acne!

ALTRA FRUTTA DI OTTOBRE!

  • pere
  • mele (fuji, Braeburn, Golden Delicious, Stayman, imperatore)
  • uva
  • lamponi
  • kiwi
  • prugne
  • fichi

zuccaragazza

Come puoi vedere questo mese puoi sbizzarrirti a creare ricette sfiziose per te e x i tuoi bimbi, sono verdure e piatti veloci da preparare.

Continua a seguire la mia pagina Facebook In forma con Marionn per avere consigli, ricette e suggerimenti!

Oppure seguimi senza impegno nel mio gruppo esclusivo dove potrai anche interagire direttamente con le mie clienti e collaboratrici e seguire le nostre esclusive ricettine e consigli!! Clicca QUI per richiedere l’accesso!

Puoi anche scaricare la tua detox gratuitamente a questo link .

Ottobre è un ottimo mese infatti per iniziare il tuo percorso detox, sentirti energica, fare prevenzione dai malanni di stagione , e restare in forma!

Grazie per essere arrivata con la lettura fino qui! 🙂

Voglio premiarti con la mia esclusiva detox, per prendere spunti e consigli!

Marianna

Frutta e verdura di settembre, la scelta migliore per sentirti al top!

Settembre è sempre un mese speciale, un po’ come un “gennaio”! Il mese dei buoni propositi dopo l’estate, il mese dei “farò”, il mese nel quale ci sentiamo ricaricati dall’estate e siamo pronti ad affrontare una nuova e migliore versione di noi stessi!

E quale è di solito il primo passo nella lista del cambiamento? Si proprio lui…mettersi a dieta!!! Partiamo quindi proprio da qui..da cosa scegli di mettere in tavola e che tra l’altro sarà il riflesso diretto di come ti sentirai!!

L’estate è terminata e porta via i succosi frutti dell’estate da magiare sotto l’ombrellone, utili per la nostra idratazione sotto il caldo di agosto!!

Ed ecco arrivare la frutta e verdura di settembre che naturalmente accompagna il nostro organismo a disintossicare e preparare il corpo ad affrontare i mesi più freddi !

La natura infatti ti offre sempre ciò che il tuo corpo ha più bisogno per stare bene e restare in forma!

Forse non abbiamo la fortuna di avere un orto in casa, o il mercato km zero, ma possiamo avere la consapevolezza di fare la scelta di stagione, e di provenienza locale.

FRUTTA

image

UVA

L’uva è uno straordinario alleato alla tua salute e bellezza, perfetta per iniziare il tuo programma detox! Indicata in caso di anemia e affaticamento, aiuta in casi di artrite, vene varicose e malattie della pelle. L’ uva ha proprietà antiossidanti, anticancro e antivirali. Migliora la regolarità intestinale, e puoi applicare una maschera di acini direttamente sulla pelle per ottenere un effetto astrigente e rivitalizzante.
Chi soffre di disturbi digestivi, dovrebbe mangiare gli acini d’ uva senza buccia e semi.
image

PERE

La pera è un frutto ricco di polifenoli, che svolgono un’azione antiossidante e proteggono dai danni causati dai radicali liberi. Ottima quindi come prevenzione per problemi cardiovascolari. Da energia e senso di sazietà, e tiene sotto controllo la pressione. Ricca di potassio, un minerale che è deputato al buon funzionamento del sistema nervoso, dei reni e del sistema linfatico.
image

FICHI

Frutto dolce e succoso, ma anche ricco di potassio, ferro e calcio , ottimo quindi per rinforzare ossa, denti,vista e pelle!  Il fico inoltre ha proprietà lassative, dovuta principalmente alla presenza nei fichi di fibre e mucillagini.

Il decotto di fichi secchi ha un’azione lenitiva nei confronti degli attacchi di tosse, e ha effetti benefici su infiammazioni dell’apparato urinario e circolatorio.

ALTRA FRUTTA DI SETTEMBRE

Mandorle,prugne, kiwi, lampone, limone.

VERDURA

BIETA A COSTE

Ricche di fitonutrienti, giocano un ruolo importante nel nostro organismo.Povere di calorie e ricche di vitamina C. Rigenera il tessuto connettivo e previene la carenza di ferro. Contiene vitamina A, vitamine del gruppo B e flavonoidi, con benefici molto ampi per mantenere sano il nostro organismo. Prova a saltarla in padella con pomodoro fresco e un cipollotto fresco, si ammorbidisce in pochi minuti, mantenendo alti i suoi benefici.
image

CAROTE

Le carote hanno molti benefici antiossidanti, per la prevenzione tumorale e delle arterie. Previene e protegge anche malattie degli occhi.Può essere consumato crudo in insalata, e anche leggermente scottato, in quanto il betacarotene sopporta il calore e una breve cottura non è in grado di distruggerlo, anzi ne favorisce  l’assimilazione, divenendo i tessuti vegetali più morbidi, vengono trattati più facilmente dal nostro apparato digerente. Ingrediente perfetto per gli estratti, e perfetto anche per i bambini, aggiungendo ad esempio la mela!image

RAVANELLI

Hanno proprietà diuretiche, disintossicanti e anche rilassanti. Possono essere mangiati crudi, cotti o anche il loro succo. Poveri di calorie sono però ricchi di vitamine C, B e ferro. Il suo succo può essere utilizzato in programmi detox e per purificare il fegato, oppure come calmante della tosse…e dei nervi!

ALTRE VERDURE DEL MESE

Barbabietole, bietole, Cetrioli, invidia, lattuga, cicoria,radicchio rosso, rucola,melanzane, scalogno, cipolla.

Spero che questi consigli ti siano stati di aiuto!
image

CLICCA QUI PER SCARICARE L’ESCLUSIVA DETOX NETFIT !

troverai questi e altri preziosi suggerimenti per sentirti bella e in piena forma, e ripartire alla grande in questo settembre!

Seguimi su Facebook “In forma con Marionn” per consigli, ricette, workout e metti mi piace all’articolo se lo hai trovato interessante, da piu’ di 5 anni il METODO NETFIT sta aiutando già tantissime persone a cambiare la propria vita, partendo proprio da te! <3

Ciao!!

Marianna

Ricetta Detox estate – crema fredda di lattuga contro la ritenzione!

La lattuga è ricchissima in sali minerali, vitamine e fibre, il che la rende idratante, ipocalorica, nemica della ritenzione idrica e della cellulite e rimineralizzante.
Un vero toccasana per la linea in tutte le stagioni, e in estate, per variare rispetto alla solita insalata, puoi prepararla anche come crema fredda.

La crema di lattuga è un piatto unico, originale e rinfrescante!
Stupirai i tuoi ospiti, farai il pieno di nutrienti ed è ottima anche per chi non sempre ha voglia di mangiare insalata!

La preparazione della crema di lattuga è facilissima, basta tagliarla e passarla nel mixer o nel frullatore con pochi altri ingredienti di contorno per insaporirla e renderla cremosa. Tienila in frigorifero per almeno 30 minuti prima di gustarla.

Per farle assumere la consistenza cremosa aggiungi lo yogurt, preferibilmente quello greco, che è una fonte di calcio ma con pochissimi grassi, ancora meno dello yogurt bianco magro. E inoltre il sapore leggermente aspro lega bene con quello della lattuga, va bene anche aggiungere yogurt di soia, il risultato finale sarà comunque eccezionale!

Importante anche il cetriolo, per il gusto fresco e per le proprietà diuretiche: formato quasi completamente da acqua, il cetriolo stimola la diuresi e rende la crema di lattuga ancora più leggera.

Ingredienti per due persone:

250 g di lattuga già lavata e pulita
150 g di cetriolo già sbucciato
60 ml di acqua fredda
150 g di yogurt greco con 0% di grassi (o yogurt vegetale)
1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
1 porro fresco
foglie di basilico fresche
sale

Preparazione:

Taglia le foglie di lattuga a striscioline, affetta il cetriolo e frullali in un mixer assieme al porro tritato, l’acqua fredda, lo yogurt, l’olio, il basilico e poco sale.

Frulla accuratamente fino ad avere una consistenza omogenea e cremosa. Servi la crema ben fredda.

Queste e molte altre sono parte dell’esclusiva SUMMER DETOX 2018 che ricevi gratuitamente grazie al METODO NETFIT!

CLICCA QUI e scopri come ricevere gratuitamente la versione integrale della  SUMMER DETOX 2018 !

Ciao!
Marianna

Insalata detox! Arance e avocado!

Hai voglia di leggerezza e di depurarti senza rinunciare ad un pizzico di sapore?

L’insalata di arance e avocado è la ricetta che fa al caso tuo!!

Il sapore aspro e deciso degli agrumi incontra la cremosità e il gusto rotondo dell’avocado, in un’insalata detox ideale per tornare in forma con gusto!

 

Un piatto leggero che, con i suoi colori, riuscirà a rendere la tua tavola più colorata e appetitosa.

Ecco allora come preparare in pochi minuti una fresca e squisita insalata di arance e avocado.

Ingredienti:

-2 arance

– Un lime

– Un limone

– Un avocado

– Una cipolla rossa di Tropea

– Un mazzetto di menta

– Olio extra vergine di oliva

– Sale e pepe

Difficoltà: Facilissima

Preparazione: 5 minuti

Dosi: Per 2 persone

Preparazione
Togli la buccia agli agrumi e taglia a vivo (tranne il limone): per fare un buon lavoro, prendi l’agrume e taglia prima le due estremità con un coltello ben affilato; incidi la buccia seguendo la curvatura dell’agrume, quindi toglii via la buccia e, delicatamente, la parte bianca.
Rifinisci il lavoro eliminando con il coltello le eventuali parti bianche che sono rimaste attaccate al cuore degli agrumi.
Taglia gli agrumi a fettine circolari in modo che restino ben visibili i disegni degli spicchi.
Trasferusci tutti gli agrumi su un piatto e tienili da parte.
Taglia ora l’avocado a dadini e immergilo in una ciotola con acqua e il succo di mezzo limone: in questo modo l’avocado non diventerà nero.

Trita la menta e poi taglia a fettine sottilissime la cipolla di Tropea.

In una ciotolina, mescola energicamente 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva con il succo di limone rimanente, condisci a piacere con sale e pepe: in questo modo hai creato una deliziosa vinaigrette che userai per insaporire la tua insalata di arance.
Metti quindi tutti gli ingredienti in una ciotola, condisci con la vinaigrette, mescola e servi!

Per depurarsi basta poco!

Puoi provare in alternativa anche ad aggiungere del finocchio a crudo!!

Buon appetito!

Marianna

 

Le 5 migliori alternative al caffè per svegliarti al mattino!

 

Prendere il caffè è per molti un’abitudine quotidiana: è un momento di pausa dal lavoro, un attimo per liberare la mente e tornare a scoprirsi più energici. Ma in quella sostanza, racchiusa nella tazzina che beviamo ogni giorno, cosa si nasconde?

Oltre alla caffeina, nel caffè sono contenute molte sostanze, il cui potenziale ruolo benefico sull’organismo è ancora in fase di studio. In particolare, sono state isolate diverse componenti dalle spiccate proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie, che sono comunque insufficienti per compensare il rischio derivante da un consumo elevato di caffè.

Per sentirci più svegli, dopo aver preso un caffè, dobbiamo aspettare almeno dieci minuti: è questo l’arco di tempo che impiega la caffeina per fare effetto. Ma il picco di efficienza viene raggiunto entro i 45 minuti dal primo sorso. L’effetto dura dalle tre alle cinque ore successive, anche se molto dipende dal metabolismo di chi lo assume

Esistono comunque diverse soluzioni a disposizione di chi cercasse qualcosa di più specifico per sostituire il caffè, senza per questo rinunciare a una bevanda energizzante. Ecco le cinque migliori:

  • Tè verde matcha – Una delle soluzioni più salutari ed efficaci all’uso di caffè. Questo tipo di tè contiene ottime quantità di antiossidanti, risulta utile per disintossicare l’organismo e aiuta la digestione. In quanto “verde” contribuisce ad accelerare il metabolismo favorendo quindi il dimagrimento. Rispetto ad altre bevande contiene in minima parte caffeina, quindi non risulta particolarmente adatto alle ore serali (in occasione delle quali è preferibile scegliere un “bianco” o un Rooibos).

 

  • Ginseng – Il ginseng è un rimedio naturale molto utilizzato sia come energizzante che come stimolatore del sistema immunitario. E’ efficace anche per migliorare la risposta del sistema nervoso centrale. La bevanda al ginseng è ormai disponibile in quasi tutti i bar e somiglia per certi versi al consueta tazza/tazzina di caffè.

 

  • Yerba mate – Questa bevanda energizzante d’origine sudamericana (soprattutto Brasile e Argentina) è molto apprezzata per il suo sapore caratteristico e per i benefici offerti, sia in termini di slancio fisico e mentale che per l’azione di supporto garantita a chi sta cercando di dimagrire. È inoltre ricca di antiossidanti ed è considerata un’alleata del sistema nervoso centrale.

  • Caffè d’orzo – Forse la più classica alternativa al consumo di caffè presente in Italia. Anche nota semplicemente come “Orzo”, questa bevanda è ottenuta dall’infusione di orzo tostato e macinato. Non contiene caffeina e vi sono diverse possibilità di preparazione: se macinato può essere preparato con la Moka, mentre in polvere può essere disciolto direttamente in una tazza d’acqua calda. Come per il caffè è possibile infine anche preparare la versione in cialde.

  • Succo di erba di grano – Si tratta a tutti gli effetti di un mix di frumento, orzo e farro germogliati, ed è ricco di vitamine e sali minerali. Rappresenta un esempio di bevanda energizzante ad alta digeribilità, in grado di fornire anche un valido apporto di sostanze nutrienti.

Tu quale preferisci??

Fammelo sapere nei commenti! 🙂

 

Un abbraccio

Marianna

FRUTTA E VERDURA DI MARZO (Arriva al TOP questa estate!!)

Ciao a tutti! !!
Marzo è  iniziato!!! <3 Il mese in cui ci lasciamo alle spalle l’inverno ed il freddo….le giornate si allungano…e inizia la primavera! !!

La natura ci dona la frutta e la verdura necessaria al nostro organismo…per nutrirlo e mantenerlo sano e pieno di energia!
image

In questo periodo di cambio stagione è  anche importante fare un percorso di detox, per alleggerire il corpo dalle tossine e prepararlo alla bella stagione che arriva.

È  importante scegliere frutta e  verdura di stagione. ..possibilmente coltivazioni locali. ..in quanto la qualità media delle grosse produzioni è  spesso bassa, e il nostro corpo non riesce ad assimilare i nutrienti completi da quel cibo.

In questo periodo puoi ancora acquistare a basso prezzo broccoli, cime di rapa, cavolo cappuccio, coste, cavolfiore e verza.
image

Inoltre con l’arrivo della primavera la terra inizia ad essere profumata  dagli aromi di stagione.

Ecco dunque le principali verdure di marzo:

image

-SPINACI

Anche se ormai siamo abituati a reperirli tutto l’anno, è proprio in questo periodo che troviamo i più freschi e saporiti, specialmente la varietà a foglia piccola, più adatta alle insalate.
Gli spinaci contengono elevati livelli di ferro e calcio, ma il contenuto di acido ossalico rende più difficile la sua assimilazione.
Ha un alto contenuto di vitamine A e C , ha proprietà antiossidanti ed è  ricca di acido folico, indispensabile in gravidanza.

image

-AGRETTI

Chiamati anche “barba di frate”, non sono altro che le piantine giovani di “Salsola soda”, appartenente alla famiglia delle  Chenopodiaceae , di origine mediterranea.
Possono essere lessati o cotti al vapore, conditi poi con olio, aglio e limone.
Ricchissimi di potassio, calcio, vitamina C e D. E oltre ad essere piantine molto saporite, sono depurative, diuretiche e remineralizzanti.

image

-ASPARAGI

Appartengono alla stessa famiglia dell’aglio, con la differenza che l’asparago è  ricco di clorofilla e dona loro il tipico colore verde e proprietà interessanti per il nostro organismo.
Vitamina A, molte del complesso B, potassio, fosforo e magnesio sono alcuni degli elementi di cui è  ricca.
Dato l ‘alto contenuto di potassio è un alimento molto utile per il cuore i muscoli ed il sistema nervoso,  ed è anche un ottimo diuretico.

image

-CARCIOFI

Sono un ottima fonte di potassio e sali di ferro.
Contengono un principio attivo la cinarina che favorisce la diuresi e la secrezione biliare.
Con le foglie si può creare un infuso straordinario per la diuresi e la eliminazione delle tossine.
I carciofi hanno anche molte fibre…quindi ottime per il transito intestinale.

image

-FINOCCHIO

È  un alimento ipocalorico, povero di grassi e ricco di fibre.
Contiene molte vitamine e sali minerali, potassio, fosforo, calcio, e vitamine A,B e C. Quindi ottime per le ossa, pelle, per il sistema immunitario,  e come disintossicante.
Contiene naturalmente fitoesteogeni,
Ottimo riequilibrante naturale dei livelli ormonali femminili.

image

-CIPOLLINE

Le cipolline appartengono alla stessa famiglia di aglio, porro, scalogno ed erba cipollina. Possono essere mangiate crude, mantenendo così tutte le proprietà nutritive, oppure appena scottate. Sono ricche di vitamina B e C , acido folico e fibre. Preziose di antiossidanti e flavonoidi, che aiutano a proteggere il sistema cardiovascolare e proteggono dal cancro.

Mentre ti sorseggi le ultime spremute d’arancia ecco qui la frutta del mese:

image

KIWI

Hanno un contenuto elevato di vitamina C, anche più del limone, peperone o arancia. Ricchi di potassio è vitamina E, rame, ferro e vitamina C conferiscono al kiwi proprietà antisettiche e antianemiche.

Ha proprietà remineralizzanti, ottime per il cuore e il sistema arterioso.
Ha anche proprietà diuretiche, rinfrescanti e dissetanti, rafforza il sistema immunitario e protegge la parete vascolare.

image

-CEDRO

È considerato il capostipite di tutti gli agrumi. ..da dove hanno origine tutti gli altri della famiglia.
È una miniera di minerali e vitamine, e ha pochissime calorie.
Grazie alle sue proprietà è utile per combattere cellulite,cistiti e disturbi renali.

image

-TARASSACO

È una pianta utilizzata per i disturbi del fegato, per risolvere problemi digestivi e per la cirrosi.
Aumenta la secrezione delle ghiandole dell’apparato digerente e stimola la produzione di saliva e succhi gastrici e pancreatici.
Può essere usato come decotto o anche in svariati usi in cucina, a crudo o cotto.

Questi sono solo alcuni dei frutti e vegetali di stagione. ..ti allego una scheda dove puoi trovare gli altri.

image

Potete anche preparare dei gustosi risotti con gli asparagi…dove puoi utilizzarli nella loro interezza,  o semplicemente al vapore con un filo di olio.
Oppure per iniziare il pasto una bella insalata con valeriana,  Soncino e radicchio con dentro finocchio e magari qualche fettina di arancia o cedro, e semi vari a completare.
Questo ti aiuterà a saziarti,   visto che richiede anche masticazione, e sono preziosi nutrienti che dai in primis al tuo corpo, in quanto digeribili più velocemente!

Per i vostri bambini puoi preparare delle macedonie colorate o gustose centrifughe!
image

Adesso è il momento giusto per iniziare a pensare a come ti vuoi vedere questa estate!! Quale è il tuo obbiettivo??

Spero che questi piccoli consigli ti siano stati utili!☺
I nostri esperti hanno preparato gratuitamente per voi anche una dieta detox che puoi richiedere gratuitamente qui:

http://sfogliaqui.net/5yo4

Continua a seguirmi anche sulla mia pagina facebook per ricettine, consigli ed offerte – – – – >>

https://www.facebook.com/informaconmarionn/

O sul mio profilo Pitis Marianna.

https://www.facebook.com/marianna.pitis

Buona giornata!
Un abbraccio!
Marianna

4 buoni motivi per scegliere e mangiare il riso

Forse il più antico cereale conosciuto dall’uomo, il riso è un alimento molto utile all’organismo grazie alle sue innumerevoli proprietà, prime fra tutte l’elevata digeribilità e la capacità di regolare la flora intestinale.

Scopriamo meglio le diverse tipologie, molte delle quali sono coltivate in Italia, uno dei maggiori produttori europei di questo cereale. Dall’arte culinaria italiana apprendiamo che ciascuna tipologia di riso è adatta ad essere preparata in un determinato modo:

1. Il Carnaroli: coltivato tra Pavia, Novara e Vercelli, è il riso degli chef perché visto il suo alto contenuto di amido tiene meglio la cottura lenta, è quindi perfetto per dei risotti corposi.

 

2. L’Arborio: riso originario di un paese del vercellese, da cui prende il nome, ha dei chicchi molto grandi che sono adatti per la mantecatura.

 

3. Il Vialone Nano: la denominazione completa di questa varietà di riso è Vialone Nano IGP della Bassa Veronese. È perfetto per minestroni e minestre in brodo, ma grazie alla notevole quantità di amido in esso contenuto, è un riso che tende a mantenersi compatto e quindi è ideale per preparare crocchette o arancini.

 

4. Il Venere Nero: dal Piemonte giunge sulle nostre tavole questa varietà di riso nero dal sapore aromatico, ricco di antiossidanti e che, rispetto ad altre tipologie di riso, presenta una maggior percentuale di proteine, fibre e sali minerali. Per questo il Venere Nero è indicato nell’alimentazione dei bambini, delle donne in gravidanza, degli anziani e negli stati di convalescenza. Ottimo anche se volete usarlo per stupire i vostri ospiti con un piatto speciale.

 

5. L’Originario: L’Originario è un riso, dai chicchi piccoli e tondi, perfetto per essere impiegato nei dolci.

 

6. Il Basmati e il Tailandese: ormai è diventato molto comune trovare nei supermercati queste due varietà di riso orientali. Entrambi si caratterizzano per dei chicchi lunghi dal sapore dolciastro che durante la cottura sprigionano un aroma intenso. Per il loro gusto deciso queste qualità di riso non necessitano di condimenti e sono perfette per preparare insalate fredde o per accompagnare legumi e verdure.

 

Qualsiasi varietà di riso si scelga di preparare, è sempre bene sceglierne un riso integrale biologico, così da evitare di introdurre insieme ai chicchi eventuali tracce di pesticidi. Consumare riso integrale contribuisce ad aumentare l’apporto di fibre e vitamine, soprattutto del gruppo B fondamentali per trasformare l’amido in energia per l’organismo.

 

E poi abbiamo il riso Parboiled,  prodotto cioè con una lavorazione che ha origini antichissime in cui il riso integrale viene immerso in acqua calda per sciogliere le vitamine ed i sali minerali contenuti nel rivestimento esterno e nel germe. Così questi principi nutritivi sono trasferiti nel chicco e sigillati nel suo nucleo, per mezzo del vapore.

 

Ecco quindi i 4 motivi per scegliere riso nella tua alimentazione:

  1. Alta digeribilità e funzione riequilibrante della flora intestinale

Il riso è, in virtù dell’alto contenuto di vitamine del gruppo B, un alimento altamente digeribile e caratterizzato dalla facilità con cui i suoi nutrienti vengono assorbiti a livello intestinale.
Il riso svolge inoltre un’azione regolatrice della flora intestinale; non a caso, il riso non condito è indicato come coadiuvante nel trattamento dei disturbi gastrointestinali.
Il riso regola quindi il processo digestivo e previene la stitichezza.

2.  Funzione protettiva dei reni

Il riso favorisce la riduzione dell’assorbimento di acido urico nel sangue. D’altra parte, il basso contenuto di sodio lo rende un alimento ideale.

3. Azione anti-stress

L’alto contenuto di potassio, unitamente a quello di vitamine del gruppo B, rende il riso un alimento indicato in momenti di particolare stanchezza fisica.
Aiuta infatti a ridurre l’ipertensione.

4. Il riso come anti-età

Il riso puo’ essere utilizzato come ingrediente di base di ricette di bellezza naturali.
Più in particolare, l’amido di riso polverizzato è ideale per pelli delicate e irritate, in quanto svolge un’azione emolliente, rinfrescante e antinfiammatoria.

Infine, è utile ricordare che il riso contiene proteine verdi ed è privo di glutine; per questo puo’ essere consumato senza controindicazioni dai celiaci.

 

Buon appetito! 🙂

FRUTTA E VERDURA DI LUGLIO! Belle, sane e abbronzate!

Luglio offre la varietà più succosa e colorata i tutto l’anno!

Pranzare o cenare con macedonie o insalatone diventa una buona alternativa, sana e che ci aiuta a sgonfiare la pancia e le gambe.

Scegliere frutta e verdura di diverso colore e varietà non solo ci fa essere piu belle, ma ci aiuta a vivere meglio, e anche a essere più felici e in forma!

Mangia in modo vario, inizia la giornata con acqua e limone, e bevi almeno 2 litri i acqua al giorno.

ritenzione-idrica

Ecco quindi la frutta e verdura TOP del mese!

Le TOP abbronzanti:

Carota, pomodoro, peperone, zucchina, cipolla rossa/ ciliegie, albicocche, fragole, lamponi

Le TOP antiossidanti

Aglio, piselli, ravanello, sedano, patate/ pesche, albicocche, prugne, limoni, mele, anguria
frutta

Le TOP drenanti

Bietola, cetriolo, erba cipollina, lattuga / melone, limone, ananas,
Come buona abitudine per mantenerti in forma, impara a mangiare la frutta almeno 20 minuti prima dei pasti principali, è un abitudine che piace tantissimo anche ai bambini!
abbro
Se non riesci a mangiare una grande quantità di frutta o verdura puoi fare dei buonissimi frullati o centrifughe, o informarti sul nostro programma naturale per aiutarti a consumare le giuste porzioni ogni giorno!
Buon luglio!!!!
Marianna