FRUTTA E VERDURA DI MARZO (Arriva al TOP questa estate!!)

Ciao a tutti! !!
Marzo è  iniziato!!! <3 Il mese in cui ci lasciamo alle spalle l’inverno ed il freddo….le giornate si allungano…e inizia la primavera! !!

La natura ci dona la frutta e la verdura necessaria al nostro organismo…per nutrirlo e mantenerlo sano e pieno di energia!
image

In questo periodo di cambio stagione è  anche importante fare un percorso di detox, per alleggerire il corpo dalle tossine e prepararlo alla bella stagione che arriva.

È  importante scegliere frutta e  verdura di stagione. ..possibilmente coltivazioni locali. ..in quanto la qualità media delle grosse produzioni è  spesso bassa, e il nostro corpo non riesce ad assimilare i nutrienti completi da quel cibo.

In questo periodo puoi ancora acquistare a basso prezzo broccoli, cime di rapa, cavolo cappuccio, coste, cavolfiore e verza.
image

Inoltre con l’arrivo della primavera la terra inizia ad essere profumata  dagli aromi di stagione.

Ecco dunque le principali verdure di marzo:

image

-SPINACI

Anche se ormai siamo abituati a reperirli tutto l’anno, è proprio in questo periodo che troviamo i più freschi e saporiti, specialmente la varietà a foglia piccola, più adatta alle insalate.
Gli spinaci contengono elevati livelli di ferro e calcio, ma il contenuto di acido ossalico rende più difficile la sua assimilazione.
Ha un alto contenuto di vitamine A e C , ha proprietà antiossidanti ed è  ricca di acido folico, indispensabile in gravidanza.

image

-AGRETTI

Chiamati anche “barba di frate”, non sono altro che le piantine giovani di “Salsola soda”, appartenente alla famiglia delle  Chenopodiaceae , di origine mediterranea.
Possono essere lessati o cotti al vapore, conditi poi con olio, aglio e limone.
Ricchissimi di potassio, calcio, vitamina C e D. E oltre ad essere piantine molto saporite, sono depurative, diuretiche e remineralizzanti.

image

-ASPARAGI

Appartengono alla stessa famiglia dell’aglio, con la differenza che l’asparago è  ricco di clorofilla e dona loro il tipico colore verde e proprietà interessanti per il nostro organismo.
Vitamina A, molte del complesso B, potassio, fosforo e magnesio sono alcuni degli elementi di cui è  ricca.
Dato l ‘alto contenuto di potassio è un alimento molto utile per il cuore i muscoli ed il sistema nervoso,  ed è anche un ottimo diuretico.

image

-CARCIOFI

Sono un ottima fonte di potassio e sali di ferro.
Contengono un principio attivo la cinarina che favorisce la diuresi e la secrezione biliare.
Con le foglie si può creare un infuso straordinario per la diuresi e la eliminazione delle tossine.
I carciofi hanno anche molte fibre…quindi ottime per il transito intestinale.

image

-FINOCCHIO

È  un alimento ipocalorico, povero di grassi e ricco di fibre.
Contiene molte vitamine e sali minerali, potassio, fosforo, calcio, e vitamine A,B e C. Quindi ottime per le ossa, pelle, per il sistema immunitario,  e come disintossicante.
Contiene naturalmente fitoesteogeni,
Ottimo riequilibrante naturale dei livelli ormonali femminili.

image

-CIPOLLINE

Le cipolline appartengono alla stessa famiglia di aglio, porro, scalogno ed erba cipollina. Possono essere mangiate crude, mantenendo così tutte le proprietà nutritive, oppure appena scottate. Sono ricche di vitamina B e C , acido folico e fibre. Preziose di antiossidanti e flavonoidi, che aiutano a proteggere il sistema cardiovascolare e proteggono dal cancro.

Mentre ti sorseggi le ultime spremute d’arancia ecco qui la frutta del mese:

image

KIWI

Hanno un contenuto elevato di vitamina C, anche più del limone, peperone o arancia. Ricchi di potassio è vitamina E, rame, ferro e vitamina C conferiscono al kiwi proprietà antisettiche e antianemiche.

Ha proprietà remineralizzanti, ottime per il cuore e il sistema arterioso.
Ha anche proprietà diuretiche, rinfrescanti e dissetanti, rafforza il sistema immunitario e protegge la parete vascolare.

image

-CEDRO

È considerato il capostipite di tutti gli agrumi. ..da dove hanno origine tutti gli altri della famiglia.
È una miniera di minerali e vitamine, e ha pochissime calorie.
Grazie alle sue proprietà è utile per combattere cellulite,cistiti e disturbi renali.

image

-TARASSACO

È una pianta utilizzata per i disturbi del fegato, per risolvere problemi digestivi e per la cirrosi.
Aumenta la secrezione delle ghiandole dell’apparato digerente e stimola la produzione di saliva e succhi gastrici e pancreatici.
Può essere usato come decotto o anche in svariati usi in cucina, a crudo o cotto.

Questi sono solo alcuni dei frutti e vegetali di stagione. ..ti allego una scheda dove puoi trovare gli altri.

image

Potete anche preparare dei gustosi risotti con gli asparagi…dove puoi utilizzarli nella loro interezza,  o semplicemente al vapore con un filo di olio.
Oppure per iniziare il pasto una bella insalata con valeriana,  Soncino e radicchio con dentro finocchio e magari qualche fettina di arancia o cedro, e semi vari a completare.
Questo ti aiuterà a saziarti,   visto che richiede anche masticazione, e sono preziosi nutrienti che dai in primis al tuo corpo, in quanto digeribili più velocemente!

Per i vostri bambini puoi preparare delle macedonie colorate o gustose centrifughe!
image

Adesso è il momento giusto per iniziare a pensare a come ti vuoi vedere questa estate!! Quale è il tuo obbiettivo??

Spero che questi piccoli consigli ti siano stati utili!☺
I nostri esperti hanno preparato gratuitamente per voi anche una dieta detox che puoi richiedere gratuitamente qui:

http://sfogliaqui.net/5yo4

Continua a seguirmi anche sulla mia pagina facebook per ricettine, consigli ed offerte – – – – >>

https://www.facebook.com/informaconmarionn/

O sul mio profilo Pitis Marianna.

https://www.facebook.com/marianna.pitis

Buona giornata!
Un abbraccio!
Marianna

ADDIO EFFETTO YO YO !! (perchè accade e come evitarlo)

Buongiorno a tutti!!!
image

Come funziona uno “yo-yo”? Una rotella attaccata ad una corda elastica (agganciata ad una mano)  permette alla rotella stessa un movimento “in su e in giù”. Chi si sottopone ad una dieta troppo rigida rischia di fare la stressa cosa: si va “in giù” di peso per un certo periodo, poi si giunge all’apice della sopportazione (come lo yo-yo giunge alla fine della corsa dell’elastico) e si comincia inesorabilmente ad andare “in su”.

Oggi, pertanto, parliamo dell’odiato effetto yo-yo….come accade, e in che modo evitarlo.
image

CHE COSA E’ L’EFFETTO YO YO

In dietologia si indica come effetto yo-yo, noto anche come ciclicità del peso, la perdita e riacquisto ciclico di peso corporeo in seguito a diete eccessivamente ipocaloriche.  Il processo definito con tale termine ha inizio con una dieta che, nel breve periodo, consente di conseguire una perdita di peso, ma che non è efficace nel consentire il mantenimento di tale perdita di peso nel lungo periodo: la persona a dieta cerca quindi di perdere nuovamente il peso riguadagnato ed il ciclo ricomincia.
image

PERCHE’  SI RIMETTE SU PESO

L’approccio classico nel tentativo di fare una dieta è di “mangiare di meno“, quello che invece accade in questa fase è che  l’organismo si adatta e cambia la sua efficienza metabolica, cercando inoltre di risparmiare ENERGIA attraverso una diminuzione del metabolismo basale, dell’energia cellulare, e della velocità di ricostruzione dei tessuti. È come se l’organismo rallentasse tutte le sue attività per risparmiare e per non soccombere alla mancanza di cibo.

Nella maggior parte dei casi l’effetto “yo – yo” è dovuto a diete troppo restrittive (sia dal punto di vista delle calorie introdotte che della varietà degli alimenti), che comportano esclusivamente una grande perdita di acqua e di massa magra (massa muscolare) invece che di quella grassa.

Inoltre la perdita di massa muscolare a sua volta comporta un rallentamento del metabolismo in quanto la maggior parte delle calorie viene bruciata dai muscoli, ostacolando quindi in questo modo un ulteriore calo ponderale. Ciò può tradursi in un nuovo aumento di peso corporeo, portando ad un peso addirittura superiore a quello iniziale, nel momento in cui la dieta viene abbandonata.
image

CONSIGLI PER UN CORRETTO APPROCCIO

1) Per dimagrire in modo corretto ed evitare l’effetto “yo – yo” occorre perdere peso in maniera lenta ma costante, dando il giusto apporto di carboidrati, proteine, grassi, fibre alimentari, sali minerali e vitamine e un cambiamento radicale e permanente delle abitudini alimentari e di vita: solo questo può dare la garanzia di poter mantenere i risultati ottenuti.
image

2) Organizzare una regolare attività fisica: questo combatterà proprio l’ adattamento a “sopravvivere” con poche calorie che è tipica reazione del sistema di difesa del nostro organismo (“da qualche tempo mangio meno ma non dimagrisco!”). Organizzare attività fattibili in qualsiasi momento e che non richiedano attrezzature particolari: camminare a passo spedito per 3 volte per settimana per almeno 45 minuti di seguito e/o salire e scendere un solo piano di scale, di seguito per 15 minuti un paio di volte al giorno è più semplice che prenotare campi da tennis a dover trovare una piscina in cui si possa davvero nuotare. Non bisogna strafare e sudare copiosamente; la chiave di lettura di un buon uso dei propri muscoli è costituita, durante l’attività fisica, da ritmo accettabile e sensazione di piacere con respirazione appena più frequente e profonda.
image

3) Fare attenzione al consumo di cibi la cui preparazione è sconosciuta (ad esempio in mensa, al ristorante, al bar); in questi casi scegliere piatti semplici e ridurre le porzioni.
Comunque non fare la scarpetta con i sughi che avanzano sul fondo dei piatti: anche a casa! A casa utilizzare tecniche di cottura semplici, con pochi grassi (non più di un cucchiaino a persona) insaporendo con erbe o aromi e imparare almeno 2 ricette al mese di cucina semplice e gustosa. Ricordare che a parità di quantità e qualità i grassi cotti sono sempre meno sani di quelli utilizzati a crudo.
image

4) Come distribuisci il cibo che mangi nella giornata? Si arriva con troppa fame ai pasti, soprattutto a cena? Meglio frazionare in piccoli pasti (4 o 5) e fare la prima colazione. Concentrare la maggior parte del cibo a cena non è vantaggioso: poi si vede la tv o si va a riposare: è più facile incamerare l’eccesso calorico relativo e ingrassare. Se ci sono particolari orari in cui si ha una grande sensazione di vuoto allo stomaco, valutare come il nostro organismo è stato “rifornito” nelle 3-5 ore precedenti e ridistribuire la quantità di cibo senza aggiungerla al totale della giornata, “partendo” sempre da una colazione adeguata.
 5) Ingerire bocconi piccoli e masticarli con calma: si digerisce meglio, e soprattutto, si resta sazi più a lungo. La “dimensione” del boccone non dovrebbe superare il volume del proprio pollice.

E IN PIU’…..

Prova a fare un elenco delle cose che ti danno più piacere, al di fuori del cibo, e rifletti su quante hanno fatto capolino nella tua vita negli ultimi tempi. È probabile che troverai il deserto: è al loro posto che spuntano i cioccolatini! Quella “molla” che scatta dentro di te non è affatto “malefica”: è la tua parte viva, che chiede di essere ascoltata.

Quindi impara ad ascoltarti, e a scoprire di che cosa effettivamente il tuo corpo ha bisogno.
image

GLI OLI ESSENZIALI CHE CI AIUTANO

 Olio essenziale di incenso da bruciare: se ne mettono 5 gocce sciolte nell’acqua del bruciaprofumi. Funzionano anche 7 gocce di Ylang Ylang da sciogliere la sera prima di cena nella vasca da bagno.

Spero che anche oggi queste informazioni ti siano state utili!

L’obbiettivo finale è ispirare uno stile di vita piu’ sano, quindi aiutarti nel tuo percorso per tornare in forma in modo sano e naturale!!!

Vuoi iniziare anche tu??? Contattami!

Puoi continuare a seguirmi sulla mia pagina Facebook: https://www.facebook.com/informaconmarionn

O scrivermi una mail su fattonaturale1@gmail.com

Per maggiori informazioni clicca qui http://sfogliaqui.net/5yo4

 

Un abbraccio

Marianna

TORNA IN FORMA DOPO LE FESTE!! I 3 programmi esclusivi scelti per te!

Chi più o chi meno, durante le feste qualche chiletto di troppo se lo porta dietro…

Vuoi per l’obbligo morale di andare a pranzare dalla nonna che ci prepara (e costringe a mangiare) succulente pietanze in porzioni decisamente abbondanti, vuoi per la perdita della routine scolastica/lavorativa, o magari semplicemente perchè abbiamo la tendenza a “lasciarci andare “, ….tanto son le feste….tanto poi recupero…tanto all’estate mancano ancora un po’ di mesi…e avanti….

Personalmente mi sono  resa conto, nonostante non mangiassi gran parte dei piatti preparati (non mangiando infatti carne e pesce), e quindi restando relativamente leggera, che però alla fine ti lasci trascinare dall’atmosfera di festa….e quindi ti lasci andare a quella fetta di Panettone in più…o alla grappetta dopo il pasto….(almeno qui al Nord! 🙂 ).
image

Ecco ora finite le feste!!! Sabato abbiamo pure salutato la Befana…quindi in effetti NON CI SONO PIU’ SCUSE!!!

Ogni inizio anno porta con se i buoni propositi..un resoconto sull’anno appena terminato e lascia spazio ai progetti per quello nuovo…

Noi di #metodonetfit quest’anno abbiamo pensato a come rendere il 2018 ancora più emozionante...in che modo davvero aiutarti a ritrovare la tua forma migliore….nonostante i mille motivi che ti impediscono di farlo!!!

Vuoi il tempo..i soldi…la motivazione….i figli…abbiamo pensato a tutto!!! 🙂

E abbiamo creato 3 pacchetti specifici per ogni esigenza….e verrai inserita nella straordinaria community riservata ai clienti privilegiati dove portai confrontarti e chiedere consigli o supporto…

Uno straordinario team di nutrizionisti e personal trainer ti aiuterà anche nei dettagli…insomma…. tutto è pronto per far si che quest’anno sia il MIGLIORE!!!

 

PACCHETTO N.1: Viene definito il pacchetto “Trasforma il tuo corpo”, il migliore e più completo! 120 giorni di puro nutrimento per il tuo corpo (e mente!). Vai a nutrire in profondità ogni cellula del tuo corpo e migliori tutti questi aspetti:

-migliore qualità del sonno

-più energia e vitalità

-migliori la circolazione e il gonfiore

-pelle, capelli, unghie più forti, lunghi, luminosi e resistenti

-riduzione di kg e cm come e dove necessario

-riduzione delle intolleranze alimentari

…e molto altro!

PACCHETTO N.2: Viene chiamato “Super Veloce Plus”, tutti i nutrienti dei frutti rossi, drenante e brucia grassi, aiuta a:

-drenare

-rassodare

-sgonfiare

-snellire

-asciugare

-perdere kg e cm

 

PACCHETTO N.3: Chiamato “Super Veloce”, soluzione pratica specialmente per chi fa sport, per chi vuole solo rimodellare e bruciare i chiletti in più rimasti dalle feste:

-brucia grassi

-snellente

-rassodante
image

Questo progetto lo abbiamo chiamato #informaperte ,per decidere quanti giorni vuoi dedicare per tornare in forma….e quanto ti puoi impegnare…in base alle tue esigenze proprio perchè la perfezione è quella che decidi tu…la perfezione è come ti vedi allo specchio…quando esci di casa…quando rifletti l’amore che hai per te stessa…nel curare i tuo corpo, la sua salute ed il suo benessere…e facendo questo il tuo amore diventa contagioso e lo trasmetti anche a chi ti sta vicino!!!

Ecco comunque qualche consiglio da subito per iniziare bene l’anno:

FAI LA TUA LISTA DEGLI OBBIETTIVI PER IL 2018: 

Osa, decidi, sogna, pensa in grande!!!! Scrivi tutto quello che vorresti raggiungere, che ti piacerebbe cambiare, che ti piacerebbe risolvere…parti dal più grande…e a ritroso scopri passo passo in che modo attraverso vari sotto obbiettivi puoi effettivamente fare in modo che un sogno diventi un progetto reale…per trovare la tecnica più nel dettaglio puoi consultare questo articolo https://free-lifestyle.it/2017/09/05/come-scrivere-il-tuo-obiettivo-smart/

DEDICA DEL TEMPO PER TE STESSA

Decidi di dedicare una piccola parte della giornata a te stessa…a qualcosa che ti piace fare, magari leggere un libro…fare una corsa, guardare la TV….non partire con l’idea “tanto non  ho tempo”, abbiamo tutti 24H in un giorno…ed è la tua vita…quindi smettila di giustificarti e inizia a prenderti cura di te!

-MIGLIORA LA TUA ALIMENTAZIONE

Mangia molta frutta e verdura, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, dovremmo mangiare almeno 7 porzioni di frutta e verdura al giorno…tu ci riesci??

Apri la tua mente e inizia a sperimentare nuovi piatti, esiste la Quinoa, cereale buonissimo e ricco in proteine e minerali, esistono diverse varietà di riso, nero, rosso, integrale, molto più digeribili, saporiti e nutrienti…e li puoi tranquillamente trovare al supermercato…
image

Sperimenta le alghe in tavola..ad  esempio l’alga Wakame è considerata particolarmente benefica per le donne per via del suo contenuto di calcio vegetale e magnesio, oltre che per le proprietà diuretiche e per stimolare il metabolismo..nei prossimi giorni possiamo fare un approfondimento di questo argomento!

Ecco quindi qualche consiglio per te….contattatami qui!

sulla mail : fattonaturale1@gmail.com 

oppure sulla mia pagina Facebook “In forma con Marionn”, https://www.facebook.com/informaconmarionn?ref=hl

O direttamente sul mio profilo personale  https://www.facebook.com/marianna.pitis

per un consulto gratuito, e per scoprire quale è il programma pi adatto per TE!!

Un bacio <3

Marianna

10 CONSIGLI PER INIZIARE (E CONTINUARE) BENE IL 2018!!

Il 2017 è ormai concluso!

Inevitabilmente arriva il momento delle riflessioni di fine anno, si tiriano le somme.

Cosa abbiamo realizzato?

Cosa non abbiamo portato a termine?

Scrivilo giu’, in un foglio diviso in 2 parti:  senza vittimismi, ma con piena consapevole responsabilità, valutando quali sono gli aspetti da correggere e migliorare, e soprattutto riconoscendo i traguardi raggiunti, e analizzando quali sono state le azioni che ti hanno portato successo e crescita!

Ecco quindi 10 consigli che condivido con te da tenere a mente e applicare nel 2017:

 

 

1.PREOCCUPATI DI PIU’ X TE STESSO

  1. Questo proposito include tutto ciò che ha a che fare con la sfera personale, dentro e fuori, obbiettivi più classici, come mangiare più frutta e verdura, andare in palestra, o comunque fare più movimento, almeno 3 volte la settimana, o magari smettere di fumare. Questo può voler anche dire dare la priorità ai tuoi obbiettivi, in quanto non si tratta di un puro concetto egoistico, ma se tu sei felice, stai bene con te stessa e col tuo corpo, sarai in grado di trasmetterlo anche alle persone care attorno a te!

2.ORGANIZZAZIONE!

Le persone di successo che raggiungono i loro obbiettivi, sono solite organizzare e pianificare il raggiungimento di essi. In questo modo infatti avrai una migliore gestione del tuo tempo, e lo godrai di più, eviterai stress e ilritrovarti sempre di corsa.

3. ASCOLTATI!

Spesso all’interno della nostra giornata non riusciamo a ritagliare il tempo per ascoltarci, questo può voler dire a livello fisico, ma anche a livello più profondo, le nostre emozioni, i nostri cambiamenti, i messaggi che il nostro corpo ci manda. A volte ci lasciamo trasportare dalle emozioni negative, e questo poi si riflette in azioni. Cambia quindi la qualità dei tuoi pensieri!!

4.INVESTI TEMPO PER LA TUA CRESCITA PERSONALE.

Cresci nel tuo lavoro o a livello personale. Leggi, partecipa a conferenze, vai a teatro, decidi già quali sono le aree che vuoi approfondire quest’anno!  impara ogni giorno qualcosa di nuovo!  Questo aumenta la tua competenza, e di conseguenza la tua autostima!

5.VIAGGIA!

Viaggiare ti apre la mente! Organizzandoti in tempo hai modo di farlo anche in modo economico! Decidi quali mete vorrai visitare quest’anno!

6.MENO TV PIU’ LETTURA!

Leggere stimola la mente, la creatività e l’immaginazione! Mettiti un obbiettivo di leggere almeno un capitolo  a sera! Decidi quali sono i libri o gli argomenti che vorresti approfondire quest’anno.

 

7.FAI NUOVE AMICIZIE!

Resta aperto ai nuovi contatti! Magari a scuola con i genitori dei tuoi figli, in palestra, in fila. Guardati attorno, sorridi, vedrai che scoprirai che il mondo è pieno di persone interessanti che possono arricchire la tua vita.

8.SMETTILA DI LAMENTARTI E TROVA UNA SOLUZIONE!

Lamentarsi non risolve nessuna situazione! Quindi la cosa migliore da fare è agire! Se ci sono situazioni che non sei in grado di cambiare , allora cambia il tuo punto di vista a riguardo e trova una soluzione! Questo atteggiamento mentale immediatamente offrirà un cambio radicale alla tua vita!

9.COSTRUISCI UN AUTOSTIMA ALTA!

Questo può voler dire uscire dalla tua zona di confort, e far uscire fuori il meglio di te! Tutte noi abbiamo un grande talento, tiralo fuori! Per ottenere questo inizia ad applicare i punti sopra, inizia a volerti bene, ad ascoltarti, a dedicare del tempo a te stesso. Mangia in modo corretto e fai attività fisica. Sei l’unica persona che può decidere per se stessa.

 

10.LASCIA ANDARE PERSONE O SITUAZIONI NEGATIVE.

Analizza bene questo, valuta chi ti ha fatto star male, e chi ti ha creato solo problemi. Elimina queste presenze dalla tua , non servono! Taglia i rami secchi! Circondati di persone positive, con obbiettivi e sogni da realizzare, che rendono la tua vita migliore!

Ecco quindi i consigli!

Spero ti saranno preziosi..come lo sono stati per me!

Ti auguro una buona fine ed un buon inizio 2018!

Marianna

4 buoni motivi per scegliere e mangiare il riso

Forse il più antico cereale conosciuto dall’uomo, il riso è un alimento molto utile all’organismo grazie alle sue innumerevoli proprietà, prime fra tutte l’elevata digeribilità e la capacità di regolare la flora intestinale.

Scopriamo meglio le diverse tipologie, molte delle quali sono coltivate in Italia, uno dei maggiori produttori europei di questo cereale. Dall’arte culinaria italiana apprendiamo che ciascuna tipologia di riso è adatta ad essere preparata in un determinato modo:

1. Il Carnaroli: coltivato tra Pavia, Novara e Vercelli, è il riso degli chef perché visto il suo alto contenuto di amido tiene meglio la cottura lenta, è quindi perfetto per dei risotti corposi.

 

2. L’Arborio: riso originario di un paese del vercellese, da cui prende il nome, ha dei chicchi molto grandi che sono adatti per la mantecatura.

 

3. Il Vialone Nano: la denominazione completa di questa varietà di riso è Vialone Nano IGP della Bassa Veronese. È perfetto per minestroni e minestre in brodo, ma grazie alla notevole quantità di amido in esso contenuto, è un riso che tende a mantenersi compatto e quindi è ideale per preparare crocchette o arancini.

 

4. Il Venere Nero: dal Piemonte giunge sulle nostre tavole questa varietà di riso nero dal sapore aromatico, ricco di antiossidanti e che, rispetto ad altre tipologie di riso, presenta una maggior percentuale di proteine, fibre e sali minerali. Per questo il Venere Nero è indicato nell’alimentazione dei bambini, delle donne in gravidanza, degli anziani e negli stati di convalescenza. Ottimo anche se volete usarlo per stupire i vostri ospiti con un piatto speciale.

 

5. L’Originario: L’Originario è un riso, dai chicchi piccoli e tondi, perfetto per essere impiegato nei dolci.

 

6. Il Basmati e il Tailandese: ormai è diventato molto comune trovare nei supermercati queste due varietà di riso orientali. Entrambi si caratterizzano per dei chicchi lunghi dal sapore dolciastro che durante la cottura sprigionano un aroma intenso. Per il loro gusto deciso queste qualità di riso non necessitano di condimenti e sono perfette per preparare insalate fredde o per accompagnare legumi e verdure.

 

Qualsiasi varietà di riso si scelga di preparare, è sempre bene sceglierne un riso integrale biologico, così da evitare di introdurre insieme ai chicchi eventuali tracce di pesticidi. Consumare riso integrale contribuisce ad aumentare l’apporto di fibre e vitamine, soprattutto del gruppo B fondamentali per trasformare l’amido in energia per l’organismo.

 

E poi abbiamo il riso Parboiled,  prodotto cioè con una lavorazione che ha origini antichissime in cui il riso integrale viene immerso in acqua calda per sciogliere le vitamine ed i sali minerali contenuti nel rivestimento esterno e nel germe. Così questi principi nutritivi sono trasferiti nel chicco e sigillati nel suo nucleo, per mezzo del vapore.

 

Ecco quindi i 4 motivi per scegliere riso nella tua alimentazione:

  1. Alta digeribilità e funzione riequilibrante della flora intestinale

Il riso è, in virtù dell’alto contenuto di vitamine del gruppo B, un alimento altamente digeribile e caratterizzato dalla facilità con cui i suoi nutrienti vengono assorbiti a livello intestinale.
Il riso svolge inoltre un’azione regolatrice della flora intestinale; non a caso, il riso non condito è indicato come coadiuvante nel trattamento dei disturbi gastrointestinali.
Il riso regola quindi il processo digestivo e previene la stitichezza.

2.  Funzione protettiva dei reni

Il riso favorisce la riduzione dell’assorbimento di acido urico nel sangue. D’altra parte, il basso contenuto di sodio lo rende un alimento ideale.

3. Azione anti-stress

L’alto contenuto di potassio, unitamente a quello di vitamine del gruppo B, rende il riso un alimento indicato in momenti di particolare stanchezza fisica.
Aiuta infatti a ridurre l’ipertensione.

4. Il riso come anti-età

Il riso puo’ essere utilizzato come ingrediente di base di ricette di bellezza naturali.
Più in particolare, l’amido di riso polverizzato è ideale per pelli delicate e irritate, in quanto svolge un’azione emolliente, rinfrescante e antinfiammatoria.

Infine, è utile ricordare che il riso contiene proteine verdi ed è privo di glutine; per questo puo’ essere consumato senza controindicazioni dai celiaci.

 

Buon appetito! 🙂

RIUNIONE DA LEADER

ESSERE UN LEADER

1. Questa è la situazione.

Le persone vogliono sapere che cosa sta succedendo. Inoltre le probabilità sono che verranno a conoscenza di tutto in qualche modo, o peggio avranno delle informazioni frammentarie che completeranno con delle personali congetture. Quando mantenete troppo riserbo sulle faccende importanti minate il morale, rubate a voi stessi le possibili intuizioni del vostro team e rischiate di far sentire i vostri collaboratori sottovalutati. Vi suona folle lasciare che il vostro team sia partecipe di tutto? Sam Walton, il fondatore di Walmart (la miliardaria catena di supermarket americana) organizza meeting settimanali a questo scopo da deccenni…con risultati noti a tutti. ” I meeting settimanali sono il cuore del cuore di Walmart,” dice Walton.

2. Questo è il piano.

Un team leader per essere considerato tale deve guidare. I vostri collaboratori vi forniranno ottimi suggerimenti, in special modo se dite, e fate, tutto quello che è riportato in questa lista, ma dovete avere un vostro piano ed essere capaci di prendere delle decisioni a prescindere da quelle che vi viene detto. Il vostro team di lavoro ha bisogno di sapere verso quali obiettivi lo state indirizzando ed in che modo. Inoltre, non dimenticate questo fondamentale corollario: dovete essere in grado di dire “no,” in special modo alle mosse che sarebbero incompatibili con il vostro piano d’azione.

3. Di cosa hai bisogno?

Questo punto è cruciale per due ragioni. La prima è che i vostri collaboratori hanno bisogno di sapere che tenete a loro, sia dal punto di vista personale che da quello professionale, e che avete a cuore il loro successo. La seconda ragione è che se avete progettato un piano grandioso, necessitate di tutte le risorse possibili al 100% delle loro capacità. Se i vostri collaboratori non fossero in grado per qualche motivo di dare il massimo dovete sapere perché.

4. Dimmi di più.

Fate si che le persone sappiano che siete interessati più a trovare la soluzione migliore che ad ascoltare voi stessi parlare. Lasciate che gli altri possano condividere liberamente la propria opinione o, ancora meglio, invitateli esplicitamente se fosse necessario. Rimanere calmi è un invito per gli altri a condividere le loro idee ed intuizioni.

5. Ricorda i nostri valori.

Non è materialmente possibile riuscire a controllare ogni singola persona che prende delle decisioni che influenzano la vostra Azienda, ma potete ricordare loro che le scelte che devono fare dovranno rendere loro ed i loro team di lavoro orgogliosi.

Ricordare alle persone quali sono i vostri valori ed i requisiti per soddisfarli richiede, chiaramente, che voi li abbiate ben chiari, li possiate realmente esprimere e condividere.

6. Ho fiducia in te.

Se non potete fidarvi delle persone che fanno parte del vostro team di lavoro allora quelle persone sono nel posto sbagliato. Dovete potervi fidare della loro integrità, della loro capacità di giudizio, della loro passione e dovete assicurarvi che abbiano ben chiaro quanto dipende dalla qualità del loro lavoro.

7. Puoi contare su di me.

Non è nient’altro che il rovescio della medaglia del punto appena visto. Se il vostro gruppo di lavoro non può fidarsi di voi come team leader sarà difficile che vi lascino l’onore di farsi guidare. Parlate con loro e fate loro presente che possono contare su di voi, che gli coprirete le spalle, dopodiché impegnatevi al massimo per rispettare la parola data.

8. Possiamo fare di meglio.

Uno dei compiti cruciali di un team leader efficace è quello di riuscire a spingere il proprio gruppo di lavoro a raggiungere degli standard più alti di quelli che loro imposterebbero per se stessi. Questo significa congraturarsi con i collaboratori quando un lavoro è stato svolto bene, ma anche non coccolarli troppo quando non utilizzano fino in fondo il loro potenziale.

Significa anche ammettere apertamente quando voi stessi fallite nel raggiungere gli elevati standard prefissati.

9. Festeggiamo!

Non create una cultura in cui l’unica ricompensa per aver svolto un ottimo lavoro sia avere dell’altro lavoro. Iniziate invece a fare un’abitudine del celebrare i successi, piccoli o grandi che siano. Questo può significare organizzare feste e distribuire bonus, ma anche, e non meno importante, riconoscere alle persone la qualità del lavoro svolto, congratularsi per i successi raggiunti e la crescita, sia dal punto di vista professionale che da quello personale.

Come scrivere il tuo obiettivo SMART

Uno degli aspetti più importanti nella creazione di un obbiettivo è la comprensione di cosa sia un obbiettivo e in che modo la corretta pianificazione può permetterci di realizzare praticamente qualsiasi cosa!

La definizione degli obiettivi serve a raggiungere uno scopo. 

Il metodo S.M.A.R.T.  mette in primo piano gli obiettivi per aiutarti a gestire le priorità.

Si tratta di un sistema per la definizione degli obiettivi, che vengono messi al primo posto, per poi continuare con le attività necessarie per il loro raggiungimento.

Una efficiente gestione degli obiettivi di business è possibile soltanto se se ne conosce la validità.

Per stabilire se gli obiettivi sono validi, sono stati definiti 5 criteri, che corrispondono ai termini anglosassoni che compongono l’acronimo S.MA.R.T.

  • S = Specific (Specifico)
  • M = Measurable (Misurabile)
  • A = Achievable (Raggiungibile)
  • R = Realistic (Realistico)
  • T = Time-Based (Temporizzabile)

Iniza a pianificare un progetto di lavoro attraverso queste 5 domande.

Se il tuo obiettivo non soddisfa anche uno solo dei requisiti richiesti, dovrai rivederlo o ridimensionarlo.

  1. Il mio obiettivo è Specifico?
    L’obiettivo fissato deve essere specifico, quindi deve essere chiaro, e non vago, il fine che ci proponiamo. Migliorare i risultati aziendali, aumentare la frequenza dei corsi di formazione da parte dei nostri collaboratori, sono obiettivi troppo vaghi. Meglio stabilire di aumentare la vendita del tale prodotto o far frequentare almeno un corso di formazione ad ogni collaboratore: sono obiettivi più precisi.
  2. Il mio obiettivo è Misurabile?                                                                                         L’obiettivo deve essere misurabile, ciò permette di capire se il risultato atteso è stato raggiunto o meno ed eventualmente, quanto si è lontani dalla meta. Ad esempio, potremmo dire di voler aumentare la vendita del tale prodotto del 10%.
  3. È un obiettivo Raggiungibile?                                                                                             L’obiettivo deve essere realizzabile date le risorse e le capacità a propria disposizione. Esso non deve essere impossibile da raggiungere perché altrimenti potrebbe rischiare di ridurre la motivazione, ma al tempo stesso deve essere stimolante. Nel fissare gli obiettivi occorre tenere conto anche delle capacità e delle abilità necessarie per eseguire i compiti che possono essere diverse da individuo ad individuo. Un’attività che un collaboratore esperto può svolgere in una giornata può richiedere più giorni se svolta da un collaboratore inesperto.
  4. Sei sicuro che sia Realistico?                                                                                                     Un obiettivo deve essere sì stimolante, ma anche realisticamente raggiungibile date le risorse e i mezzi a disposizione. Obiettivi troppo lontani dalla realtà finiscono con il non essere presi troppo in considerazione poiché scoraggianti.
  5. Può essere Temporizzato?                                                                                               L’obiettivo deve essere basato sul tempo, cioè occorre determinare il periodo di tempo entro il quale l’obiettivo deve essere realizzato. Ad esempio, potremmo stabilire di realizzare un aumento delle vendite del 10% di un certo prodotto nell’arco di 6 mesi. Ciò serve a rendere misurabile l’obiettivo stesso e ad evitare che, mancando un riferimento temporale, venga considerato non urgente e messo in fondo alle cose da fare. Inoltre, ciò permette di distribuire al meglio il tempo rispetto alle attività da svolgere.
A quel punto puoi iniziare a suddividere le azioni realmente necessarie da fare settimanalmente e giornalmente che ti permetteranno di raggiungere tale obbiettivo.
Assicurati di scrivere i tuoi obbiettivi e di non tenerli tutti a mente! 

3 ESERCIZI PER OTTIMIZZARE IL TUO TEMPO!

Il problema che abbiamo con il tempo dipende dal fatto che abbiamo un rapporto quantitativo con il tempo.

Tante volte diciamo “non ho tempo”, come se fare o non fare certe cose giuste per noi e per la nostra vita dipendesse dalla scarsa quantità di tempo che abbiamo.

Questa è una scusa che ci diciamo per non cambiare quello che dovremmo cambiare della nostra vita. In realtà non si tratta di fare più cose e avere più tempo, quanto di fare quello che dobbiamo veramente fare e farlo bene.

Possiamo avere, quindi, un rapporto qualitativo con il tempo e quindi anche con la vita.

motivazione-nello-studio-banner1-767x308

Nessuno infatti, neanche l’uomo più ricco del mondo, può fermare le lancette di un orologio. Eppure  a ognuno di noi, ogni giorno, viene accreditato lo stesso ammontare sul “conto corrente del tempo”:86.400 secondi esatti, non uno in più, non uno in meno. Come spendiamo questo tempo è una nostra scelta.

Ecco allora 3 consigli pratici per riprendere in mano il tuo tempo, e investire saggiamente quegli 86.400 secondi che hai a disposizione ogni giorno.

1.SEMPLIFICA

images

Pensa ad un attività nella tua vita lavorativa o nella tua vita privata che ripeti con una certa frequenza: investire oggi del tempo per semplificare questa attività routinaria significherebbe risparmiare ore o, addirittura, intere giornate nei  mesi a venire.

Non solo, semplificare spesso porta anche a fare scelte migliori nella nostra vita.

Ridurre l’inutile complessità che spesso caratterizza le nostre giornate è uno dei modi migliori per riconquistare il tempo e ritrovare la serenità.

 

2.RIDUCI

9beb79e5301e75728e4c643821e4546f

Troppi impegni, troppe attività, troppi oggetti, La nostra vità sembra somigliare sempre più ad una soffitta piena di cianfrusaglie!

Terminata la lettura di questo articolo individua un’attività nella tua vita che ti ruba molto tempo, ma che ti restituisce poco o nulla. Ma soprattutto vorrei che ti impegnassi ridurre il tuo coinvolgimento in questa attività.

Si, lo so, all’inizio scatteranno sensi di colpa e paure ingiustificate, ma dopo qualche tempo ti accorgerai che ridurre questa attività sarà stata una delle migliori scelte degli ultimi mesi. Provare per credere.

 

3.ELIMINA

15079027_10211546286442981_4477450995311765553_n

A volte semplificare e ridurre non basta: servono scelte più drastiche, serve eliminare alla radice i “vampiri” del nostro tempo.

Naturalmente spetta a ognuno di noi individuare questi “vampiri”.

Adesso vorrei che facessimo assieme un semplice esercizio per..”abituarti” a eliminare ciò che non è essenziale nella tua vita.

Prendi il tuo smartphone ed elimina:

-Tutte le app che non hai utilizzato neanche una volta nell’ultimo mese

-L’app che utilizzi tutti i giorni e che ti sta rubando più tempo in assoluto (sappiamo entrambi di che app sto parlando).

Ogni volta che sentirai di perdere il controllo sul tuo tempo, torna a leggere questo articolo, e poi semplifica, riduci, elimina.

Torna padrona del tuo tempo! 🙂

Marianna

 

 

10 BUONI PROPOSITI DA ATTIVARE NEL 2017!!

Il 2016 è terminato!

Ecco che arriva il momento delle riflessioni di fine anno, quando tiriamo le somme. Io consiglio sempre di scriverlo  giù, cosa abbiamo realizzato, cosa non abbiamo portato a termine. Senza vittimismi, ma con piena consapevole responsabilità, valutando quali sono gli aspetti da correggere e migliorare, e soprattutto riconoscendo i traguardi raggiunti, e analizzando quali sono state le azioni che vi hanno portato successo.

Ecco quindi 10 consigli che condivido con te da tenere a mente nel 2016:

calendari-calendario-2017-dei-buoni-propositi-19348232-mg-9986-jpg-ffefeb3-8d5b0_big

 

1.PREOCCUPATI DI PIU’ X TE STESSA

  1. Questo proposito include obbiettivi più classici, come mangiare più frutta e verdura, andare in palestra, o comunque fare più movimento, almeno 3 volte la settimana, o magari smettere di fumare. Questo vuole anche dire di dare la priorità ai tuoi obbiettivi, in quanto non si tratta di un puro concetto egoistico, ma se tu sei felice, stai bene con te stessa e col tuo corpo, sarai in grado di trasmetterlo anche alle persone care attorno a te!

2.ORGANIZZAZIONE!

Le persone di successo che raggiungono i loro obbiettivi, sono solite organizzare e pianificare il raggiungimento di essi. In questo modo infatti avrai una migliore gestione del tuo tempo, e lo godrai di più, eviterai stress e ritrovarti sempre di corsa.

3. ASCOLTATI!

Spesso all’interno della nostra giornata non riusciamo a ritagliare il tempo per ascoltarci, questo può voler dire a livello fisico, ma anche a livello più profondo, le nostre emozioni, i nostri cambiamenti, i messaggi che il nostro corpo ci manda. A volte ci lasciamo trasportare dalle emozioni negative, e questo poi si riflette in azioni. Cambia quindi la qualità dei tuoi pensieri!!

4.INVESTI TEMPO PER LA TUA CRESCITA PERSONALE.

Cresci nel tuo lavoro o a livello personale. Leggi, poartecipa a conferenze, impara ogni giorno qualcosa di nuovo!  Questo aumenta la tua competenza, e di conseguenza la tua autostima!

5.VIAGGIA!

Viaggiare ti apre la mente! Organizzandoti in tempo hai modoi di farlo anche in modo economico!

6.MENO TV PIU’ LETTURA!

Leggere stimola la mente, la creatività e l’immaginazione! Mettiti un obbiettivo di leggere almeno un capitolo  a sera!

490313771

7.FAI NUOVE AMICIZIE!

Resta aperto ai nuovi contatti! Magari a scuola con i genitori dei tuoi figli, in palestra, in fila. Guardati attorno, sorridi, vedrai che scoprirai che il mondo è pieno di persone interessanti che possono arricchire la tua vita.

8.SMETTILA DI LAMENTARTI E TROVA UNA SOLUZIONE!

Lamentarsi non risolve nessuna situazione! Quindi la cosa migliore da fare è agire! Se ci sono situazioni che non sei in grado di cambiare , allora cambia la tua situazione a riguardo e trova una soluzione! Questo atteggiamento mentale immediatamente offrirà un cambio radicale alla tua vita!

9.COSTRUISCI UN AUTOSTIMA ALTA!

Questo può voler dire uscire dalla tua zona di confort, e far uscire fuori il meglio di te! Tutte noi abbiamo un grande talento, tiralo fuori! Per ottenere questo inizia ad applicare i punti sopra, inizia a volerti bene, ad ascoltarti, a dedicare del tempo a te stessa. Mangia in modo corretto e fai attività fisica. Sei l’unica che può decidere per se stessa.

images

10.LASCIA ANDARE PERSONE O SITUAZIONI NEGATIVE.

Analizza bene questo, valuta chi ti ha fatto star male, e chi ti ha creato solo problemi. Elimina queste presenze dalla tua , non servono! Circondati di persone positive, con obbiettivi e sogni da realizzare, che rendono la tua vita migliore!

Ecco quindi i consigli!

Ti auguro una buona fine ed un buon inizio!

Marianna

Come evitare le critiche?

​Vieni mai criticata??
Tutte noi, nell’arco della nostra vita e della nostra giornata, riceviamo inevitabilmente delle critiche!

A nessuno di solito piacciono! Preferiamo lodi e conferme negli altri…rispetto a ciò che diciamo o facciamo…

Eppure un grande segno di forza è proprio quello di accettare anche le critiche…metterci in discussione, e uscirne più grandi e forti!

Ecco 3 consigli (da Dale Carnagie) per ignorare le critiche altrui:

✔la critica ingiusta è spesso un complimento dissimulato. Spesso significa che hai destato gelosia ed invidia. Ricordati che nessuno prende a calci un cane morto.

✔Fai meglio che puoi; e poi apri l’ombrello in modo che la.pioggia delle critiche non ti bagni.

✔Registra tutte le sciocchezze che hai commesso e critica te stesso. Dato che non puoi sperare di essere perfetti, facciamo come  hanno i grandi leader del passato: insistiamo per sentire critiche costruttive ed imparziali.

Un altro ottimo esercizio che Ben Franklin faceva, giorno per giorno, era lottare con una delle sue mancanze, e si divertiva a vedere chi dei due avrebbe vinto la quotidiana battaglia, lui o il suo difetto. La settimana seguente attaccava un’altra delle sue brutte abitudini e dava battaglia. Frankling lotto’ una settimana dopo l’altra per due lunghi anni.

E tu come pensi puoi migliorare questo aspetto nella tua vita?

Marianna