ADDIO EFFETTO YO YO !! (perchè accade e come evitarlo)

Buongiorno!!!
image

Sai come funziona uno “yo-yo”?  E’ una rotella attaccata ad una corda elastica (agganciata ad una mano)  che permette alla rotella stessa un movimento “in su e in giù”. Chi si sottopone ad una dieta troppo rigida rischia di fare la stressa cosa: si va “in giù” di peso per un certo periodo, poi si giunge all’apice della sopportazione (come lo yo-yo giunge alla fine della corsa dell’elastico) e si comincia inesorabilmente ad andare “in su”.

Oggi, pertanto, parliamo dell’odiato effetto yo-yo….come accade, e in che modo evitarlo.
image

CHE COSA E’ L’EFFETTO YO YO

In dietologia si indica come effetto yo-yo, noto anche come ciclicità del peso, la perdita e riacquisto ciclico di peso corporeo in seguito a diete eccessivamente ipocaloriche.  Il processo ha inizio con una dieta che, nel breve periodo, ti fa perdere  peso, ma che poi non è efficace nel consentire il mantenimento di tale perdita di peso nel lungo periodo: la persona a dieta cerca quindi di perdere nuovamente il peso riguadagnato ed il ciclo ricomincia.
image

PERCHE’  SI RIMETTE SU PESO

L’approccio classico nel tentativo di fare una dieta è di “mangiare di meno“, quello che invece accade in questa fase è che  l’organismo si adatta e cambia la sua efficienza metabolica, cercando inoltre di risparmiare ENERGIA attraverso una diminuzione del metabolismo, e di altre funzioni fisiologiche. È come se l’organismo rallentasse tutte le sue attività per risparmiare e per non soccombere alla mancanza di cibo.

Nella maggior parte dei casi l’effetto “yo – yo” è dovuto a diete troppo restrittive (sia dal punto di vista delle calorie introdotte che della varietà degli alimenti), che comportano esclusivamente una grande perdita di acqua e di massa magra (massa muscolare) invece che di quella grassa.

Inoltre la perdita di massa muscolare a sua volta comporta un rallentamento del metabolismo in quanto la maggior parte delle calorie viene bruciata dai muscoli, ostacolando quindi in questo modo un ulteriore calo. Ciò può tradursi in un nuovo aumento di peso corporeo, portando ad un peso addirittura superiore a quello iniziale, nel momento in cui la dieta viene abbandonata.
image

CONSIGLI PER UN CORRETTO APPROCCIO

1) Per dimagrire in modo corretto ed evitare l’effetto “yo – yo” occorre perdere peso in maniera lenta ma costante, dando il giusto apporto di carboidrati, proteine, grassi, fibre alimentari, sali minerali e vitamine e un cambiamento radicale e permanente delle abitudini alimentari e di vita: solo questo può dare la garanzia di poter mantenere i risultati ottenuti. Vedi ad esempio il percorso SHRED10, che ti permette di tornare in forma in modo naturale, efficace, equilibrato e veloce!
image

2) Organizzare una regolare attività fisica: questo combatterà proprio l’ adattamento a “sopravvivere” con poche calorie che è tipica reazione del sistema di difesa del nostro organismo (“da qualche tempo mangio meno ma non dimagrisco!”). Organizzare attività fattibili in qualsiasi momento e che non richiedano attrezzature particolari: camminare a passo spedito per 3 volte per settimana per almeno 45 minuti di seguito e/o salire e scendere un solo piano di scale, di seguito per 15 minuti un paio di volte al giorno è più semplice che prenotare campi da tennis a dover trovare una piscina in cui si possa davvero nuotare. Non bisogna strafare e sudare copiosamente; la chiave di lettura di un buon uso dei propri muscoli è costituita, durante l’attività fisica, da ritmo accettabile e sensazione di piacere con respirazione appena più frequente e profonda.
image

3) Fai attenzione al consumo di cibi la cui preparazione è sconosciuta (ad esempio in mensa, al ristorante, al bar); in questi casi scegli piatti semplici e riduci le porzioni.
 A casa utilizza tecniche di cottura semplici, con pochi grassi (meglio usare olio e acqua insieme per soffriggere) insaporendo con erbe o aromi e imparare almeno 2 ricette al mese di cucina semplice e gustosa. Ricorda che a parità di quantità e qualità i grassi cotti sono sempre meno sani di quelli utilizzati a crudo.
image

4) Come distribuisci il cibo che mangi nella giornata? Arrivi con troppa fame ai pasti, soprattutto a cena? Meglio frazionare in piccoli pasti (4 o 5) e fare la prima colazione. Concentrare la maggior parte del cibo a cena non è vantaggioso: poi se vedi la tv o se vai a riposare non li smaltisci piu. Se ci sono particolari orari in cui hai una grande sensazione di vuoto allo stomaco, valuta come il nostro organismo è stato “rifornito” nelle 3-5 ore precedenti e ridistribuisci la quantità di cibo senza aggiungerla al totale della giornata, “partendo” sempre da una colazione adeguata.
 5) Ingerisci bocconi piccoli e mastica con calma: digerisci meglio, e soprattutto, resti sazio più a lungo. La “dimensione” del boccone non dovrebbe superare il volume del proprio pollice.

E IN PIU’…..

Prova a fare un elenco delle cose che ti danno più piacere, al di fuori del cibo, e rifletti su quante hanno fatto capolino nella tua vita negli ultimi tempi. È probabile che troverai il deserto: è al loro posto che spuntano i cioccolatini! Quella “molla” che scatta dentro di te non è affatto “malefica”: è la tua parte viva, che chiede di essere ascoltata.

Quindi impara ad ascoltarti, e a scoprire di che cosa effettivamente il tuo corpo ha bisogno.
image

GLI OLI ESSENZIALI CHE CI AIUTANO

 Ecco un altro consiglio: prova con l’Olio essenziale di incenso da bruciare: se ne mettono 5 gocce sciolte nell’acqua del bruciaprofumi. Funzionano anche 7 gocce di Ylang Ylang da sciogliere la sera prima di cena nella vasca da bagno.

Spero che anche oggi queste informazioni ti siano state utili!

L’obbiettivo finale è ispirare uno stile di vita piu’ sano, quindi aiutarti nel tuo percorso per tornare in forma in modo sano e naturale!!!

Vuoi iniziare anche tu??? Allora scopri il percorso SHRED10, per imparare a tornare in forma in modo naturale e senza effetto yo yo!

Puoi continuare a seguirmi sulla mia pagina Facebook: https://www.facebook.com/informaconmarionn

O scrivermi una mail su fattonaturale1@gmail.com

Un abbraccio

Marianna

DIMAGRIRE (E TORNARE IN FORMA) NON E' POI COSI' DIFFICILE!

Se c’e un settore della medicina dove regna confusione e’ senz’altro quello della nutrizione!

Riceviamo costantemente consigli contradditori, spesso privi di reale efficacia o fondatezza, o guidati da un interesse commerciale in una certa direzione!

Per non parlare del dimagrimento, della perdita peso, dei kg di troppo…centinaia di consigli, input, informazioni, che ci lasciano spesso confusi..e non sappiamo bene da che parte iniziare per prenderci davvero cura di noi..del nostro corpo…delle nostre emozioni!

Spesso non si tratta neppure dei benefici di un singolo elemento, bensi di quell’ingrediente inserito in un contesto piu’ completo, e di un vero e proprio percorso e stile di vita che porta come naturale conseguenza il dimagrimento, o comunque il raggiungimento di uno stato di salute e forma fisica desiderabile, per poter godere al massimo la nostra vita e le nostre  passioni.

fitnss

Cosa fare allora??

Intanto non credere alle soluzioni estreme, o alle promesse di diete miracolose o troppo veloci, che nel tempo potrebbero portarti altri tipi di problemi di salute…

Cerca di estrapolare una filosofia alimentare bilanciata, non estrema ma salutare, che resti in sintonia con il tuo stile di vita.

Ecco quindi qualche consiglio che puoi iniziare a segiore da subito.

1.BILANCIA LE CALORIE INTRODOTTE CON L’ATTIVITA FISICA.

Il corpo è fatto x essere utilizzato. In Italia il 70% della popolazione fa vita sedentaria o attivita’ fisica insufficiente. Parliamo di allenamenti di tipo aerobico (camminata, corsa, bici..), per la forza (pesi, elastici o peso corporeo) e per la flessibilita’. Questo ci permette di smaltire gli sgarri.

ragazza

2.AUMENTA IL CONSUMO DI FRUTTA E VERDURA

Questa è forse l’unica indicazione sulla quale siamo tutti d’ccordo. Apportano infatti vitamine, minerali, fitonutrienti protettivi e fibra capace di mantenere la salute dell’intestino. La verdura in particolare dovrebbe essere il componente centrale di ogni pasto, e la frutta la protagonista degli snack, o quell’alimento capace di soddisfare la voglia di dolce.

frutta1

3.CONSUMA CEREALI INTEGRALI AL POSTO DEI RAFFINATI

I cereali che sono 100% integrali garantiscono un apporto di fibra che rallenta l’assorbimento di zuccheri, e crea meno ripercussioni sulla glicemia e sulla produzione di insulina.

4.CUOCI IN MODO POCO AGGRESSIVO (MEGLIO SE CRUDO)

I metodi di cottura aggressivi ad alte temperature, alterano la natura del cibo, dando vita ad una serie di tossine ad impatto negativo sulla nostra salute. Dove e’ possibile vale la pena cucinare al vapore, o a basse temperature, meglio ancora svegliere crudo.

5.ADDOTTA PIU’ SPESSO IL PIATTO UNICO

Uno dei problemi che spesso incontri è probabilmente il giusto abbinamento di cibi. Il piatto unico propoto dai ricercatori dell’Universita’ di Harvard ci viene in aiuto. Cerca di riempire il piatto con il 50% di verdura, il 25% di cereali integrali, e il 25% di proteine.

corsa1

Nel programma ONE SIMPLE CHANGE, ti aiuto a scegliere il tuo cambiamento per quel mese e a portarlo avanti.

Facendo questo ti ritroverai in poco tempo ad aver acquisito delle buone regole che ti porterai avanti e che ti aiuteranno a mantenere i risultati del nostro programma di perdita peso in 90 giorni.

Sulla mia pagina facebook ^In forma con Marionn^, puoi guardare ulteriori risultati e consigli!

Ciao!

Marianna

FRUTTA E VERDURA TOP DI OTTOBRE!

Benvenuto Ottobre!

Il freddo in questi giorni ci ha sorpreso..la voglia di stare a casa e iniziare a cambiare la nostra alimentazione è gia iniziata! Ecco quindi qualche consiglio per scegliere frutta e verdura di stagione!

ZUCCA

VERDURA

ZUCCA

Certamente la “Signora” di ottobre è proprio la zucca, da essa puo’ essere preparato dall’antipasto al dolce, utilizzandole ogni sua parte! Ricca di omega 3, vitamina A e C, contiene anche sali minerali quali calcio e sodio, ha proprietà diuretiche, rinfrescanti e perfetta all’interno del  nostro programma detox. Potete usare la polpa in zuppe, risotti, potete preparare un gustoso spezzatino veg, estrarne il prezioso succo, con straordinari benefici per l’intestino, oppure mangiare i semi, tostati o essicati!

Radiccio

RADICCHIO

In questo periodo si raccoglie il precoce, dal gusto piu’ dolce, favorisce la digestione ed il buon funzionamento dell’intestino, grazie al suo basso apporto calorico il radicchio è un alimento molto indicato anche per le diete ed i regimi alimentari controllati.

Lo possiamo utilizzare in svariati piatti, in insalata, alla griglia, come risottino , o semplicemente tagliato molto sottile con semi e noci. Ricco di calcio e ferro, aiuta a rafforzare le ossa, mangiarlo con un condimento al limone aiuta ad assimilare meglio questi preziosi minerali.

Il radicchio da benefici anche al sistema cardiovascolare, e benefici al sistema nervoso…contrasta infatti i disturbi legati all’insonnia, e grazie ai suoi antiossidanti rende anche la tua pelle piu’ bella!!

Altre verdure del mese:

  • Barbabietole Coste
  • Broccoli Cavolfiore
  • Insalata invidia lattuga rucola
  • Sedano
  • Spinaci Erbette
  • Carciofi Melanzane peperoni
  • Patate
  • Cavolo verza

FRUTTA

melograno-proprieta-640x390

MELOGRANO

Ricchissimo di vitamina C (contiene quasi il 20% del fabbisogno giornaliero in un adulto!!), ma anche vitamina K, il gruppo B, proteine, carboidrati e grassi! Contiene anche preziosi minerali che lo rendono un vero e proprio elisir di lunga vita!

Puoi rendere originali le tue insalate aggiungendo dei preziosi semi rossi, facendo un figurone a tavola, oppure estrarne un gustossissimo succo! Il melograno aiuta a migliorare la circolazione e a proteggere e migliorare la tua pelle!

cachi

CACHI

Frutto polposo e zuccherino viene raccolto quando il suo albero resta spoglio delle sue foglie. E’ un frutto molto energico, va benissimo per chi è sotto stress o inappetente, oppure per gli sportivi, contiene infatti zuccheri sempli che forniscono energia immediata! Provate a mangiuarlo assieme a del succo di arancia o limone, ne aiutera’ la digestione e assimilazione!

Ha proprieta’ diuretiche e lassative, e anche depurative per il fegato, e rafforza il sistema immunitario grazie alle sue preziose vitamine!

Essendo anche ricco di licopene aiuta per problemi alla prostata e i suoi antiossidanti rallentano l’invecchiamento cellulare..quindi anche dalla pelle..specialmente per chi soffre di acne!

ALTRA FRUTTA DI OTTOBRE!

  • pere
  • mele (fuji, Braeburn, Golden Delicious, Stayman, imperatore)
  • uva
  • lamponi
  • kiwi
  • prugne
  • fichi

zuccaragazza

Come puoi vedere questo mese puoi sbizzarrirti a creare ricette sfiziose per te e x i tuoi bimbi, sono verdure e piatti veloci da preparare.

Continua a seguire la mia pagina Facebook In forma con Marionn per avere consigli, ricette e suggerimenti!

Puoi anche scaricare la tua detox gratuitamente a questo link .

Ottobre è un ottimo mjese infatti per iniziare il tuo percorso detox, sentirti energica, fare prevenzione dai malanni di stagione , e restare in forma!

Ciao!

Marianna

10 cose da tenere a mente per iniziare il tuo percorso di 90 gi

Ecco 10 consigli per semplificare le tue giornate, e affrontare il tuo percorso di benessere e cambiamento nei prossimi 90 giorni!

wpid-cccua9faef.png

1.EQUILIBRIO!

L’organizzazione mondiale della sanità, i medici e i nutrizionisti in tutto il mondo raccomandano un’alimentazione ricca di:

-frutta, verdura e legumi

-frutta secca e cereali (per il giusto apporto di carboidrati)

-proteine (possono essere anche di origine vegetale,vedi QUI )

-grassi vegetali sani, tipo olio evo, di avocado, frutta secca non salata.

Questi cibi forniscono i macronutrienti (carboidrati, ptoteine e grassi) e i micronutrienti (vitamine, minerali, fitonutrienti) di cui il corpo ha bisogno nell’arco della giornata, sostanze essenziali per la crescita, il recupero e il corretto funzionamento del metabolismo e del sistema immunitario.

frigo

2. 5 AL GIORNO!

Cerca di consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura ogni giorno (ovvero l’equivalente di 650 gr ). Fresche, surgelate o essicate (da evitare frutta sciroppata, o conservata in lattine!), ti aiuteranno a ragiungere il tuo obbiettivo! Una manciata equivale circa a una porzione! Questi alimenti non solo sono ricchi di vitamine e minerali, ma anche di fibre che danno il senso di sazietà: se sei alla ricerca di uno snack salutare, sgranocchia frutta e verdura!!

Arricchisci facilmente i tuoi pasti in modo da riuscire a consumare le 5 porzioni giornaliere raccomandate di frutta e verdura: aggiungi al tuo sandwich qualche foglia di lattuga, qualche fetta di pomodoro, cetriolo e altre verdure. Accompagna le pietanze con un’insalata fresca condita con olio evo e limone.

Non ci sono dubbi: aggiungere della frutta fresca o surgelata, come pesche, pere, mango, o frutti rossi, insaporiti con zenzero o cannella, ai cererali del mattino, è il modo migliore per iniziare la giornata!!

wpid-ivubuh4mhy.png

3. PLACA LA TUA SETE!

Gli esperti consigliano di bere da 1,5 a 2 litri al giorno di liquidi a basso contenuto calorico. All’acqua si possono aggiungere delle fettine di limone, cetriolo o foglie di menta. I tè aromatizzati alla frutta e le tisane non zuccherate sono buone alternative!

superthumb

4.LA PREPARAZIONE E’ TUTTO!

Scegli cotture delicate, ad esempio al vapore, per mantenere intatte il piu’ possibile le sostanze nutritive e il sapore naturale dei cibi!

frutti rossi

5. COLORA LA TUA VITA!

Scegli frutta e verdura di colori diversi e ricorda che contengono quantità differenti di fibre, vitamine e prodotti vegetali secondari. Perchè non assaggiare qualche frutto o qualche verdura meno comuni? Scopri le possibilità che il tuo mercato o supermercato ti offrono, e amplia le tue esperienze gustative!

ragazza fit

Ecco quindi i primi 5 consigli x iniziare il tuo percorso!!! Le altre 5 arrivano…domani!

Ciao!

Marianna

ADDIO EFFETTO YO YO !! (perchè accade e come evitarlo)

Buongiorno a tutti!!!
image

Come funziona uno “yo-yo”? Una rotella attaccata ad una corda elastica (agganciata ad una mano)  permette alla rotella stessa un movimento “in su e in giù”. Chi si sottopone ad una dieta troppo rigida rischia di fare la stressa cosa: si va “in giù” di peso per un certo periodo, poi si giunge all’apice della sopportazione (come lo yo-yo giunge alla fine della corsa dell’elastico) e si comincia inesorabilmente ad andare “in su”. Oggi, pertanto, parliamo dell’odiato effetto yo-yo….come accade, e in che modo evitarlo.
image

CHE COSA E’ L’EFFETTO YO YO

In dietologia si indica come effetto yo-yo, noto anche come ciclicità del peso, la perdita e riacquisto ciclico di peso corporeo in seguito a diete eccessivamente ipocaloriche.  Il processo definito con tale termine ha inizio con una dieta che, nel breve periodo, consente di conseguire una perdita di peso, ma che non è efficace nel consentire il mantenimento di tale perdita di peso nel lungo periodo: la persona a dieta cerca quindi di perdere nuovamente il peso riguadagnato ed il ciclo ricomincia.
image

PERCHE’  SI RIMETTE SU PESO

L’approccio classico nel tentativo di fare una dieta è di “mangiare di meno“, quello che invece accade in questa fase è che  l’organismo si adatta e cambia la sua efficienza metabolica, cercando inoltre di risparmiare ENERGIA attraverso una diminuzione del metabolismo basale, dell’energia cellulare, e della velocità di ricostruzione dei tessuti. È come se l’organismo rallentasse tutte le sue attività per risparmiare e per non soccombere alla mancanza di cibo.

Nella maggior parte dei casi l’effetto “yo – yo” è dovuto a diete troppo restrittive (sia dal punto di vista delle calorie introdotte che della varietà degli alimenti), che comportano esclusivamente una grande perdita di acqua e di massa magra (massa muscolare) invece che di quella grassa. Inoltre la perdita di massa muscolare a sua volta comporta un rallentamento del metabolismo in quanto la maggior parte delle calorie viene bruciata dai muscoli, ostacolando quindi in questo modo un ulteriore calo ponderale. Ciò può tradursi in un nuovo aumento di peso corporeo, portando ad un peso addirittura superiore a quello iniziale, nel momento in cui la dieta viene abbandonata.
image

CONSIGLI PER UN CORRETTO APPROCCIO

1) Per dimagrire in modo corretto ed evitare l’effetto “yo – yo” occorre perdere peso in maniera lenta ma costante, dando il giusto apporto di carboidrati, proteine, grassi, fibre alimentari, sali minerali e vitamine e un cambiamento radicale e permanente delle abitudini alimentari e di vita: solo questo può dare la garanzia di poter mantenere i risultati ottenuti.
image

2) Organizzare una regolare attività fisica: questo combatterà proprio l’ adattamento a “sopravvivere” con poche calorie che è tipica reazione del sistema di difesa del nostro organismo (“da qualche tempo mangio meno ma non dimagrisco!”). Organizzare attività fattibili in qualsiasi momento e che non richiedano attrezzature particolari: camminare a passo spedito per 3 volte per settimana per almeno 45 minuti di seguito e/o salire e scendere un solo piano di scale, di seguito per 15 minuti un paio di volte al giorno è più semplice che prenotare campi da tennis a dover trovare una piscina in cui si possa davvero nuotare. Non bisogna strafare e sudare copiosamente; la chiave di lettura di un buon uso dei propri muscoli è costituita, durante l’attività fisica, da ritmo accettabile e sensazione di piacere con respirazione appena più frequente e profonda.
image

3) Fare attenzione al consumo di cibi la cui preparazione è sconosciuta (ad esempio in mensa, al ristorante, al bar); in questi casi scegliere piatti semplici e ridurre le porzioni.
Comunque non fare la scarpetta con i sughi che avanzano sul fondo dei piatti: anche a casa! A casa utilizzare tecniche di cottura semplici, con pochi grassi (non più di un cucchiaino a persona) insaporendo con erbe o aromi e imparare almeno 2 ricette al mese di cucina semplice e gustosa. Ricordare che a parità di quantità e qualità i grassi cotti sono sempre meno sani di quelli utilizzati a crudo.
image

4) Come distribuisci il cibo che mangi nella giornata? Si arriva con troppa fame ai pasti, soprattutto a cena? Meglio frazionare in piccoli pasti (4 o 5) e fare la prima colazione. Concentrare la maggior parte del cibo a cena non è vantaggioso: poi si vede la tv o si va a riposare: è più facile incamerare l’eccesso calorico relativo e ingrassare. Se ci sono particolari orari in cui si ha una grande sensazione di vuoto allo stomaco, valutare come il nostro organismo è stato “rifornito” nelle 3-5 ore precedenti e ridistribuire la quantità di cibo senza aggiungerla al totale della giornata, “partendo” sempre da una colazione adeguata.
 5) Ingerire bocconi piccoli e masticarli con calma: si digerisce meglio, e soprattutto, si resta sazi più a lungo. La “dimensione” del boccone non dovrebbe superare il volume del proprio pollice.

E IN PIU’…..

Prova a fare un elenco delle cose che ti danno più piacere, al di fuori del cibo, e rifletti su quante hanno fatto capolino nella tua vita negli ultimi tempi. È probabile che troverai il deserto: è al loro posto che spuntano i cioccolatini! Quella “molla” che scatta dentro di te non è affatto “malefica”: è la tua parte viva, che chiede di essere ascoltata. Quindi impara ad ascoltarti, e a scoprire di che cosa effettivamente il tuo corpo ha bisogno.
image

GLI OLI ESSENZIALI CHE CI AIUTANO

 Olio essenziale di incenso da bruciare: se ne mettono 5 gocce sciolte nell’acqua del bruciaprofumi. Funzionano anche 7 gocce di Ylang Ylang da sciogliere la sera prima di cena nella vasca da bagno.

Spero che anche oggi queste informazioni ti siano state utili! L’obbiettivo finale è ispirare uno stile di vita piu’ sano, quindi aiutarti nel tuo percorso per tornare in forma in modo sano e naturale!!!

Vuoi iniziare anche tu??? Contattami!

Puoi continuare a seguirmi sulla mia pagina Facebook: https://www.facebook.com/informaconmarionn

O scrivermi una mail su fattonaturale1@gmail.com

Per maggiori informazioni scarica il mio e-book completo sull’alimentazione

QUI —->  http://dreamadv.eu/pitis-wave/

Un abbraccio

Marianna